I 20 migliori dischi POP del 2019

La classifica dei 20 migliori album pop, rock, indie ed elettronica del 2019, da Nick Cave a FKA Twigs

Nick Cave - i migliori album pop del 2019 top 20
Nick Cave (foto di Matt Thorne)
Articolo
pop

La migliore musica pop, rock, indie ed elettronica del 2019 nella Top 20 degli album usciti in quest'anno solare, tra canzoni e drone music, soul e dub versions. Dall'Australia al Texas, dall'Africa alla Norvegia, dalla Nuova Zelanda al Regno Unito, ecco il meglio dei dischi del 2019.

IL MEGLIO DEL 2018

I MIGLIORI DISCHI POP DEL 2019

I MIGLIORI DISCHI JAZZ DEL 2019

I MIGLIORI DISCHI WORLD DEL 2019

LE 10 MIGLIORI OPERE LIRICHE DEL 2019

I 10 MIGLIORI CONCERTI DI CLASSICA DEL 2019

 

1. Nick Cave & The Bad Seeds, Ghosteen, Ghosteen Ltd

Un capolavoro segnato, più ancora del precedente Skeleton Key, dalla scomparsa del figlio Arthur: il “fantasmadolescente” del titolo. Tra atmosfere fiabesche e scorci biblici, scorrono canzoni a cuore aperto che testimoniano l’avvenuta metamorfosi di Re Inkiostro: disposto ora a mostrarsi vulnerabile, rivelando così la propria grandezza.

VAI ALLA RECENSIONE DEL DISCO DI NICK CAVE

Nick Cave - Top 20 migliori album pop 2019

2. Helado Negro, This Is How You Smile, RVNG INTL.

Uscito a marzo, è il sesto album dell’artista statunitense Roberto Carlos Lange: nato a Miami da genitori ecuadoriani ma residente a New York. Testi in inglese e spagnolo, chitarra acustica e loop elettronici discreti a supporto della voce: un disco che arriva piano, però quando arriva non va più via.

Helado Negro - migliori album pop 2019 top 20

3. FKA Twigs, Magdalene, Young Turks

Diva problematica, la trentunenne Tahliah Debrett Barnett ha scelto come spirito guida dell’album Maria Maddalena, puttana devota nell’esegesi maschilista dei Vangeli, volendo esprimere spleen d’amore ed erotismo spregiudicato attraverso una forma astratta di black music.

VAI ALLA RECENSIONE DEL DISCO DI FKA TWIGS

FKA Twigs - il meglio del 2019 top 20 dischi pop rock

4. Big Thief – U.F.O.F./Two Hands, 4AD

Due album in cinque mesi, a dimostrazione dello stato di grazia del gruppo newyorkese Big Thief: gemelli definiti rispettivamente “celeste” e “terrestre”, entrambi composti da canzoni ovattate all’interno delle quali la splendida voce di Adrianne Lenker rivela lentamente trappole in cui si cade volentieri.

VAI ALLA RECENSIONE DEL DISCO DEI BIG THIEF

Big Thief il meglio del 2019 top 20 dischiBig Thief - top 20 migliori dischi pop 2019

5. Holly Herndon, PROTO, 4AD

La trentanovenne statunitense aggiorna nel terzo album l’indagine sugli effetti delle nuove tecnologie compiuta nei precedenti e sperimenta l’interazione fra essere umani e intelligenza artificiale ricollocando in ambiente digitale codici remoti del folklore americano. Una sorta di umanesimo prossimo venturo (ascoltato anche dal vivo a Club to Club 2019).

VAI ALLA RECENSIONE DEL DISCO DI HOLLY HERNDON

Holly Herndon - top 20 migliori dischi pop 2019

6. Jamila Woods, LEGACY! LEGACY!, Jagjaguwar

Nel suo secondo lavoro, la trentenne artista e attivista di Chicago disegna un avvincente affresco della cultura afroamericana, onorandone le icone – da Sun Ra a Basquiat – e alternando sul piano musicale soul, R&B, jazz e hip hop con elegante disinvoltura.

VAI ALLA RECENSIONE DEL DISCO DI JAMILA WOODS

Jamila Woods - top 20 migliori album pop 2019

7. Blick Bassy, 1958, No Format

Uno dei personaggi chiave nell’attuale scena africana: blues, musica tradizionale, folk contemporaneo e bossa nova contribuiscono a un risultato finale straordinario. Svetta su tutto la voce di Bassy, un sospiro evocativo e appassionato che rende universalmente comprensibile la lingua Bassa.

VAI ALLA RECENSIONE DEL DISCO DI BLICK BASSY

Blick Bassy - il meglio dei dischi pop 2019 top 20

8. Flying Lotus, Flamagra, Warp

Il sesto album del produttore californiano Steve Ellison è il più ambizioso da lui realizzato finora. Opera complessa, onorata dai cammei di Herbie Hancock, George Clinton e David Lynch, mette in vetrina hip hop visionario, jazz avveniristico e gospel del XXI secolo.

VAI ALLA RECENSIONE DEL DISCO DI FLYING LOTUS

Flying Lotus - top 20 migliori album 2019

9. Aldous Harding, Designer, 4AD

Se cercate originalità, questo è il disco giusto. Prodotta nuovamente da John Parish, la cantautrice neozelandese ha realizzato un’opera di misteriosa bellezza, fatta di canzoni dai testi inusuali che generano un’apprensione ineffabile.

VAI ALLA RECENSIONE DEL DISCO DI ALDOUS HARDING

Aldous Harding - migliori album pop 2019 top 20 dischi

10. James Blake, Assume Form, Universal

Il quarto album del trentenne produttore londinese raccoglie canzoni d’amore: sentimento che ne ha stemperato l’umore malinconico, ispirandogli un capolavoro a tinte pastello che completa la sua transizione dalla cameretta delle pene giovanili agli attici del mainstream contemporaneo.

VAI ALLA RECENSIONE DEL DISCO DI JAMES BLAKE

James Blake - top 20 album pop dischi 2019

11. Lee Scratch Perry – Rainford Heavy Rain, On-U Sound

Quando Perry incontra Adrian Sherwood scatta l’alchimia perfetta: maggio ci ha portato Rainford, album sorprendente per freschezza e solidità, e dicembre Heavy Rain, suo dub companion, con Brian Eno ospite. Viene onorato così il motto di On-U Sound: Disturbing the comfortable, comforting the disturbed.

VAI ALLA RECENSIONE DI RAINFORD

VAI ALLA RECENSIONE DI HEAVY RAIN

Lee scratch perry - migliori dischi 2019 - top 20Lee Scratch Perry - top 20 album pop 2019

12. The Caretaker, Everywhere at the End of Time - Stage 6, History Always Favours The Winners

Premio alla carriera per James Leyland Kirby, giunto al capitolo finale del suo affascinante e spaventoso viaggio nella demenza, quello dove muore l’alter ego The Caretaker. Un’opera coraggiosa e monumentale: sei ore e mezza di ricordi confusi e sfuggenti, fonte d’insostenibile malinconia.

VAI ALLA RECENSIONE DEL DISCO DI THE CARETAKER

The Caretake - top 20 album pop 2019 dischi

13. Caterina Barbieri, Ecstatic Computation, Editions Mego

Italiana residente a Berlino, Caterina Barbieri ha realizzato un disco dal respiro internazionale in cui usa la musica per distorcere il tempo e lo spazio, utilizzando – dice lei – i sintetizzatori come fossero chitarre. Le stratificazioni sonore conducono l’ascoltatore in un viaggio mentale ricco di sorprese stimolanti.

Caterina Barbieri - top 20 album pop 2019 dischi rock elettronica

14. KARYYN, The QUANTA Series, Mute

Un mosaico di musiche registrate fra Los Angeles, Berlino e Reykjavik dall’artista statunitense di origine armena, con radici familiari in Siria. Vi si condensano emozioni intense e argomenti densi: fisica quantistica, biologia molecolare, ascendenze etniche e traumi personali.

VAI ALLA RECENSIONE DEL DISCO DI KARYYN

KARYYN - Top 20 album 2019 - dischi

15. Solange, When I Get Home, Columbia

Un album innovativo sul piano concettuale e drammaticamente moderno, fatto più di sensazioni che di canzoni compiute. Rendendo omaggio a Houston, sua città natale, Solange riafferma che il Sud ha qualcosa da dire ed è indispensabile stare ad ascoltarlo.

VAI ALLA RECENSIONE DEL DISCO DI SOLANGE

Solange - top 20 dischi 2019 migliori album

16. Weyes Blood, Titanic Rising, Sub Pop

Al traguardo del quarto album, la trentunenne californiana Natalie Mering corona la propria carriera confezionando un’opera di opulento splendore: epica musica pop carica di ambizione, informata da una bizzarra attitudine anacronistica, al tempo stesso classica e innovativa.

Weyes Blood - migliori album 2019 - dischi

17. Nilüfer Yanya, Miss Universe, ATO

Una delle rivelazioni britanniche dell’anno: fra R&B moderno, alt-rock, pop e canzoni scritte comme il faut, Yanya mette in mostra una sorprendente naturalezza melodica e una capacità non comune di cambiare registro vocale all’interno dello stesso pezzo.

VAI ALLA RECENSIONE DEL DISCO DI NILÜFER YANYA

Nilufer Yanya - top 20 album pop 2019 - dischi

18. Sunn O))), Life Metal/Pyroclasts, Southern Lord

Dischi gemelli, distanziati fra loro da sei mesi e prodotti entrambi da Steve Albini, che valorizza il tipico metal “mentale” di Stephen O’Malley e Greg Anderson, fatto di granitici riff di chitarra in moviola. Un esercizio di “potenza non violenta”, a detta degli autori.

VAI ALLA RECENSIONE DI LIFE METAL 

VAI ALLA RECENSIONE DI PYROCLASTS

Sunn O))) migliori dischi 2019 top 20Sunn O))) migliori dischi 2019 top 20

19. Paolo Spaccamonti, Volume 4, Escape From Today

L’opera più matura del musicista torinese, che qui dispiega completamente le proprie qualità di compositore ed esecutore, creando un mondo di suggestioni sonore con rimandi alla settima arte in cui non servono parole: basta la sua splendida chitarra.

VAI ALLA RECENSIONE DEL DISCO DI PAOLO SPACCAMONTI

Paolo Spaccamonti - migliori dischi pop 2019

20. Jenny Hval, The Practice of Love, Sacred Bones

Nel quinto disco a suo nome, la norvegese Jenny Hval esibisce un insolito smalto avant-pop, lasciandosi ispirare dall’eco dei rave anni Novanta per tratteggiare con algida sensualità un manuale musicale sulla “pratica dell’amore”, in verità meno rassicurante di quanto appaia a prima vista.

VAI ALLA RECENSIONE DEL DISCO DI JENNY HVAL

Jenny Hval - migliori dischi 2019

 

Se hai letto questo articolo, ti potrebbero interessare anche

pop

Giamaica, Francia, Nigeria, Singapore: dalla rete, il peggio della musica dedicata al corona virus (con un paio di eccezioni)

pop

Abbiamo chiesto a Gabriele Ferraresi, autore di Mad in ItalyManuale del trash italiano (1980-2020), di selezionare per noi 10 momenti musicali da ricordare

pop

Guida a quel che resta del live in Italia dopo la pandemia: pochi nomi internazionali, ma tocca accontentarsi