News


Premio Loano a Filippo Gambetta

A Gualtiero Bertelli e all'Istituto De Martino i premi alla Carriera e alla Realtà Culturale

Assegnato oggi il Premio Nazionale Città di Loano per la musica tradizionale italiana, il più importante riconoscimento per la musica "di radici" nel nostro Paese. I 60 giornalisti specializzati ne costituiscono la giuria hanno premiato Otto baffi di Filippo Gambetta come miglior titolo fra quelli usciti nel 2015 (l'intervista a Filippo Gambetta).

L'organettista genovese si è imposto su Bella ciao, il disco scaturito dal fortunato spettacolo con Riccardo Tesi & co., arrivato secondo, e su Terribilmente demodé di Giuseppe Moffa, terzo. Sotto la classifica completa.

La direzione e l'organizzazione hanno anche assegnato, come di consueto, il Premio alla Carriera e il Premio alla Realtà Culturale 2016.

Il Premio alla Carriera è andato a Gualtiero Bertelli, con la seguente motivazione:
Veneziano della Giudecca, Gualtiero Bertelli ha attraversato il panorama della musica di appartenenza senza mai esserne un semplice spettatore o magari un archivista di storie altrui. Le sue esperienze su disco, la collaborazione con i “Cantacronache”, il lavoro con il “Nuovo Canzoniere Italiano”, il suo interesse per la tradizione orale, per la musica strumentale, per la ricerca sulla lingua veneziana non si sono ma disunite da una vena personale, che rende la tradizione, pure quella familiare, un territorio vivo e assolutamente contemporaneo.

Il Premio Realtà Culturale è stato invece assegnato all’Istituto Ernesto De Martino, con questa motivazione:
Senza venire mai meno alla filosofia del suo fondatore, Gianni Bosio, e al grande studioso a cui è dedicato, l’Istituto ha attraversato cinquant’anni e due città (Milano e Sesto Fiorentino) raccogliendo, catalogando e divulgando con dedizione ed efficacia il canto sociale, le espressioni del movimento operaio, la cultura orale, senza innalzare nessuna barriera fra i modi in cui si tramandano e agiscono sul territorio. Non un semplice archivio ma il teatro di una ricerca che si arricchisce ancora oggi, felicemente, di nuovi documenti e considerazioni.

Il festival si terrà a Loano la terza settimana di luglio, il programma è in via di definizione. LA CLASSIFICA COMPLETA

1° posto
Otto Baffi (autoproduzione), Filippo Gambetta

2° posto
Bella Ciao (Visage Music/Materiali Sonori) AA.VV.

3° posto
Terribilmente demodé (Workin' label/IRD), Giuseppe Moffa

4° posto
In a Cosmic Ear (Alfa Music/Felmay), Re Niliu

5° posto
Rosa del sud (Cultural Bridge), Milagro acustico

Tu prenditi l'amore che vuoi e non chiederlo più (Urtovox/Audioglobe), Cesare Basile Quaranta (Ponderosa Music & Art), Canzoniere Grecanico Salentino

8° posto Denominazione d'origine popolare (autoproduzione), I violini di Santa Vittoria

9° posto
Madre (iCompany), Giuliano Gabriele

10° posto
Primitivo (autoproduzione), Uaragniaun
Kyma (autoproduzione), Valeria Cimò e Gianluca Dessì

15-06-2016


ricerca delle news

Parole chiave:
Genere:
Data:
    




© 2017 EDT Srl - Via Pianezza, 17 - 10149 Torino - Partita IVA 01574730014