I bei tempi quando c'era ancora la musica dal vivo

Una selezione di artisti in concerto in mancanza di concerti: 10 live da ricordare e scoprire in rete, nei giorni della quarantena

Musica dal vivo coronavirus
i Daft Punk dal vivo
Articolo
pop

Vittima collaterale del coronavirus CoViD-19, la musica dal vivo rimarrà ammutolita in Italia fino al 3 aprile, bene che vada. Gli appuntamenti cancellati o rinviati si contano a centinaia, con danni economici stimati nell’ordine dei milioni di euro. Insieme al dato materiale, va considerato però quello – come dire – “psicologico”: l’inevitabile silenzio può essere colmato da streaming, radio o dischi, ma ovviamente non è la stessa cosa.

Nuovo Imaie lancia un fondo per gli artisti colpiti dall'emergenza Coronavirus

Questo forzato digiuno da concerti può farci riflettere su quanto insostituibile sia parteciparvi, in termini di esperienza sociale persino più dell’ascolto in sé. La selezione che segue, evidentemente del tutto arbitraria, compone un collage di ricordi relativi a eventi recenti con protagonisti della più varia specie: ecco allora 10 concerti da vedere (online) – o da ricordare – nelle settimane da passare in casa.

Questo forzato digiuno da concerti può farci riflettere su quanto insostituibile sia parteciparvi, in termini di esperienza sociale persino più dell’ascolto in sé.

1. Holly Herndon

L’impressionante duetto fra voce umana e modulazione d’intelligenza artificiale, ammirato già nel disco dello scorso anno: Proto. Uno scorcio d’avvenire, probabilmente.

Il live di Holly Herndon a Club to Club 2019

2. Björk

Da tempo le esibizioni dell’artista islandese sono più di semplici concerti, vuoi per l’allestimento scenografico vuoi per la ricchezza dell’impianto strumentale. Come alla Royal Opera House di Londra, durante il tour di Vespertine, con un’orchestra di 70 elementi.

3. The Necks

“Il migliore trio sulla faccia della Terra”, secondo Geoff Dyer, autore di Natura morta con custodia di sax. In scena, la band australiana improvvisa alla maniera dei jazzisti, sconfinando tuttavia dal genere e sfidando il pubblico ad avventurarsi in zone sonore ineffabili. E il nuovo disco è in arrivo...

The Necks, una guida all'ascolto in 10 dischi

4. Calibro 35

Dal vivo, in Italia, non hanno rivali, come dimostrato dalla tournée di Momentum, interrotta a fine febbraio. Fecero un figurone, con formazione potenziata, sul palco del Primo Maggio a Roma nel 2018.

I Calibro 35 dai poliziotteschi all'attualità

5. Colin Stetson

Un uomo solo con i suoi sassofoni: nient’altro. Eppure all’ascolto sembra non sia così e s’immaginano basi preregistrate, che viceversa non ci sono. One man show dove fenomenali doti tecniche vengono messe al servizio di una travolgente urgenza espressiva.

Colin Stetson e il sax di oggi

6. Sunn O)))

In questo caso, davvero, dire “concerto” è poca cosa. Indossando tuniche monacali, i metallari “mentali” statunitensi celebrano rituali sciamanici, semmai. E il volume opprimente fa parte della messinscena.

Sunn O))), verso lo Zen metal

7. Low

Ulteriori destinazioni possibili per chi, partendo dal rock, esplora un altrove. Il trio del Minnesota ne ha dato prova su disco nel 2018 con Double Negative, spunto di un tour che l’ha condotto anche al Primavera Sound di Barcellona.

I Low saranno la prossima Tradizione Americana

8. Aphex Twin

In termini di attitudine, lo stesso vale per Richard D. James e la techno da rave. Antecedente alle impressionanti performance del biennio 2018/2019 (da noi a Club To Club), c’era stato l’esperimento di controllo in remoto dell’Heritage Orchestra abbinato a una reinvenzione di Pendulum Music di Steve Reich.

Aphex Twin: il brand o la musica?

9. Kraftwerk

Saranno diventati pure oggetti da museo, dopo gli happening al MoMA e alla Tate Modern, ma quando cedono la scena ai manichini elettronici per l’inno ufficiale della robotica non ce n’è proprio per nessuno.

Kraftwerk, ritorno al futuro

10. Daft Punk

Mancano dai palchi da una dozzina di anni, addirittura: un’eternità. Prima o poi torneranno, e sarà – quello sì – un evento. Per il momento accontentiamoci del souvenir dell’ultima tournée, unico scalo italiano della quale fu Torino, nel luglio 2007.

 

Se hai letto questo articolo, ti potrebbero interessare anche

pop

Esce per Minimum Fax Scrivere di musica. Una guida pratica e intima, di Rossano Lo Mele

pop

Tutte le (favolose) copertine di dischi a tema calcio, in una splendida raccolta

pop

Muore a 81 anni Bill Withers: lo ricordiamo con 10 canzoni (più una) dalla sua carriera