I 10 migliori CONCERTI del 2017 (e i migliori direttori)

Da Muti a Chailly, i migliori concerti di musica sinfonica del 2017, e i migliori direttori d'orchestra dell'anno che sta finendo

Riccardo Muti con la Chicago Symphony al Teatro alla Scala
Riccardo Muti con la Chicago Symphony al Teatro alla Scala
Articolo
classica

L'opera guarda (quasi) all'Europa, e i concerti? Nel 2017 dominano le grande orchestre e, soprattutto, i grandi direttori. Da Muti a Currentzis, da Alessandrini a Chailly, ecco i 10 migliori concerti di musica sinfonica del 2017.

VAI ALLE MIGLIORI OPERE LIRICHE

 

1. Riccardo Muti con la Chicago Symphony al Teatro alla Scala

Torna? Non torna? Sono passati dodici anni dal burrascoso divorzio dalla Scala ma l’amore del pubblico di Riccardo Muti non si è mai spento e sono molti a sperare nel suo ritorno. Alla Scala ci è tornato quest’anno, ma con un’altra orchestra, la Chicago Symphony, e per un concerto. Ed è grande la festa nella sua vecchia casa.

VAI ALLA RECENSIONE DEL CONCERTO

I migliori concerti del 2017 - Riccardo Muti alla Scala

2. Riccardo Chailly al Festival di Lucerna

Difficile pensare a colmare il vuoto lasciato da Claudio Abbado a Lucerna. In sole due stagioni Riccardo Chailly si impone con indiscussa autorità ma non rinnega quella impegnativa eredità. Anzi la rinnova, così come rinnova il successo. Dopo il Mahler dell’insediamento, il secondo anno di regno lo consacra interamente a Strauss con uguale successo.

VAI ALLA RECENSIONE DEL CONCERTO

I migliori concerti del 2017 - Riccardo Chailly

3. L’oratorio Arche di Widmann per l’apertura dell’Elbphilharmonie di Amburgo

È stata lunga l’attesa ma la sua sospirata apertura in gennaio ha scatenato un entusiasmo che si vede solo una finale del campionato del mondo. Apre la Elbphilarmonie, la spettacolare nave della musica di Amburgo, con una settimana di concerti. Ci sono gli amburghesi onorari ma c’è anche un nuovissimo oratorio laico e contemporaneo di Jörg Widmann che trionfa nell’apertura della casa.

VAI ALLA RECENSIONE DEL CONCERTO

I migliori concerti del 2017 - Elbphilharmonie

4. Wagner e Strauss nella tournée della Bayerische Staatsorchester diretta da Kirill Petrenko

Lo attaccano nel suo paese e non per la musica, ma lui non ha l’aria di preoccuparsene. Petrenko fa musica e la fa benissimo. I Berliner lo vogliono fortissimamente e lo avranno ma non subito. A Monaco faticano a pensare a un futuro senza di lui e intanto Petrenko con la sua orchestra porta in tournee il meglio di quella grande tradizione.

VAI ALLA RECENSIONE DEL CONCERTO

I migliori concerti del 2017 -Petrenko

5. Daniele Gatti dirige Schubert e Webern con la Mahler Chamber Orchestra

Daniele Gatti è uno dei direttori italiani a più alto tasso di europeismo. Bologna, Roma, Londra, Zurigo, Parigi e adesso Amsterdam: stimato dovunque e dovunque a casa. È forse il direttore italiano meno italiano nelle scelte artistiche. Ma l’Italia non la dimentica e ci porta la sua apertura in un concerto con la Mahler Chamber Orchestra, ensemble libero e internazionale di cui dal 2016 è consigliere artistico.

VAI ALLA RECENSIONE DEL CONCERTO

I migliori concerti del 2017 - Daniele Gatti

6. Rinaldo Alessandrini interpreta Monteverdi a Roma

Monteverdi celebra 450 anni ma la comunità musicale nazionale non ha fatto molto per festeggiarli. Unica eccezione, anche in anni non di festa, Rinaldo Alessandrini, uno dei più autentici interpreti della sua musica e autorità indiscussa a livello internazionale. Lui di Monteverdi non si dimentica e lo ricorda attraverso i suoi Madrigali e scherzi d'argomento amoroso a Roma.

VAI ALLA RECENSIONE DEL CONCERTO

I migliori concerti del 2017 - Alessandrini

7. Argerich e Barenboim per la prima volta insieme alla Scala

Due vecchi amici, due grandi musicisti. Martha Argerich e Daniel Barenboim regalano il frutto migliore di questa lunga amicizia per la prima volta al Teatro alla Scala nell’inaugurazione della stagione della Filarmonica con un Beethoven e uno Schubert a quattro mani.

VAI ALLA RECENSIONE DEL CONCERTO

I migliori concerti del 2017 - Argerich e Barenboim
Foto di Guido Adler

8. Teodor Currentzis e musicAeterna al Festival di Ravello

Se la musica ha un lato mistico, lui è forse la personalità che meglio lo interpreta. Greco di nascita e russo di adozione, il fenomeno Currentzis arriva al Festival di Ravello con il suo gruppo musicAeterna e con un composito programma a forte tasso religioso da Purcell a Schnittke e Pärt, passando per il Requiem di Mozart. Il tutto con tocco inconfondibile.

VAI ALLA RECENSIONE DEL CONCERTO

I migliori concerti del 2017 - Currentzis

9. I 70 anni di Sciarrino a Palermo

Una festa lunga un anno, aperta dal leone d’oro della Biennale. Si festeggiano i suoi primi 70 anni con le sue musiche un po’ dovunque e commissioni importanti. Ma a Salvatore Sciarrino la festa più bella la organizza per tre giorni la città dove è nato, Palermo.

VAI ALLA RECENSIONE DEL CONCERTO

I migliori concerti del 2017 - Sciarrino
Foto di Rosellina Garbo

10. Bernard Haitink dirige l’Orchestra Mozart

Ultima creatura di Claudio Abbado, l’Orchestra Mozart era stata dichiarata morta con la scomparsa del suo fondatore. Un manipolo di musicisti combattivi non si dà per vinto: la fa rivivere e richiama in servizio un vecchio maestro e generoso amico, Bernard Haitink, che a 87anni  attraversa l’Europa per poter tornare sul suo podio dopo la “supplenza” abbadiana del 2013. Fuoco di paglia o seme per una rinascita definitiva?

VAI ALLA RECENSIONE DEL CONCERTO

I migliori concerti del 2017 - Orchestra mozart
Foto di Marco Caselli Nirmal

 

Se hai letto questo articolo, ti potrebbero interessare anche

classica

Michele Dall'Ongaro ricorda Bruno Cagli

classica

Intervista al sovrintendente del Teatro La Fenice su Verdi, Myung Whun Chung e su cosa significa fare opera oggi

classica

È nata LaFil, orchestra che affianca giovani musicisti alle prime parti delle maggiori orchestre italiane: l'intervista a Roberto Tarenzi