Il jazz di gennaio 2019: la playlist del gdm

Le novità jazz del mese da ascoltare in una playlist esclusiva

Playlist jazz 2019
Articolo
jazz

Anno nuovo, playlist jazz nuova!

Tante novità dall’Italia, con nomi noti come Franco D’Andrea o Paolo Fresu, ma anche talenti originali e da seguire come Giacomo Tantillo, Luca Sguera, Flavio Zanuttini e Luca Dell’Anna. E ancora l’ironia dell’organ trio di Jamie Saft con Steve Swallow e Bobby Previte, Brian Marsella che rilegge il “leggendario” Hasaan, gli elettrici Human Feel di Andrew D’Angelo e la riscoperta dei sudanesi The Scorpions & Saif Abu Bakr!
 
Tutta da ascoltare, con una tisana fumante in mano o una birra confortante, in macchina o al lavoro, da condividere sui social se vi piace, ecco la Playlist jazz di gennaio del giornale della musica!

ASCOLTA LA PLAYLIST DI NOVEMBRE-DICEMBRE 2019
 

1. The Scorpions & Saif Abu Bakr - "Seira Music" (da Jazz, Jazz, Jazz, Habibi Funk)

2. Franco D’Andrea Octet - "Traditions n. 2" (da Intervals II, Parco della Musica)

3. Saft/ Swallow/Previte - "Moonlight in Vermont" (da You Don’t Know The Life, RareNoise)

4. A Filetta/Fresu/Di Bonaventura - "I vostri sguardi" (da Danse Mèmoire, Dance, Tuk)

5. Giacomo Tantillo 4et - "Spottino" (da Water Trumpet, autoprodotto)

6. Human Feel - "Eon Hit" (da Gold, Intakt)

7. Brian Marsella Trio - "Almost Like Me" (da Outspoken: The Music of The Legendary Hasaan, Tzadik)

8. Flavio Zanuttini - "Opacipapa" (da Born Baby Born, Clean Feed)

9. Luca Dell’Anna Quartet - "From The Other Room" (da Human See, Human Do, UR)

10. Luca Sguera - "Breathe" (da AKA, Auand)

 

 

Se hai letto questo articolo, ti potrebbero interessare anche

jazz

In occasione del live italiano per Jazz Is Dead! a Torino, un bignami per scoprire The Necks e i progetti paralleli di Chris Abrahams & co.

jazz

Debutta il 24 maggio la residenza di Novara Jazz 2019, con il gruppo di Matteo Bortone esteso al tastierista Yannick Lestra: l'intervista

jazz

Dal 23 maggio al 9 giugno l'edizione 2019 di Novara Jazz, che prelude alla European Jazz Conference di settembre: l'intervista a Corrado Beldì