Il jazz di febbraio 2020: la playlist del gdm

Il meglio del jazz di febbraio 2020 da ascoltare in una playlist esclusiva, a cura di Enrico Bettinello

playlist gdm bettinello
Articolo
jazz

Mese breve, ma la playlist del "giornale della musica" è sempre piena di sorprese!  Scoprile, ascoltale e condividile con chi vuoi!

ASCOLTA LA PLAYLIST DI GENNAIO

SCOPRI TUTTE LE PLAYLIST

Da Jeff Parker a Makaya McCraven che rilegge Gil Scott-Heron, passando per il trio dell’inossidabile Carla Bley, le angolose traiettorie degli Snakeoil di Tim Berne e il duo chitarristico Mary Halvorson/John Dieterich, per arrivare a un live dei Brecker Brothers recentemente riscoperto o al duo inglese Evan Parker/Paul Lytton.

Ma nutrita e fantastica è anche la pattuglia italiana, con i trii di Zeno De Rossi e Marco Bardoscia e il progetto di Pasquale Innarella su Ayler. Buon ascolto!

01. Jeff Parker – "Go Away" (da Suite For Max Brown, International Anthem)

02. Carla Bley Trio – "Life Goes On: And On" (da Life Goes On, ECM)

03. Zeno De Rossi Trio – "Abuela Maria" (da Elpis, Skirl)

04. Gil Scott-Heron – "I’m New Here" (da We're New Again - A Reimagining By Makaya McCraven, XL)

05. Mary Halvorson & John Dieterich – "Ballooon Chord" (da A Tangle Of Stars, New Amsterdam Records)

06. Marco Bardoscia – "Autunno" (da The Future Is a Tree, Tûk)

07. Tim Berne’s Snakeoil – "Dear Friend" (da The Fantastic Mrs. 10, Intakt)

08. Innarella/Gallo/Baron – "Part II" (da Ayler’s Mood, AUT Records)

09. Evan Parker & Paul Lytton – "England Feels Very Remote To Me" (da Collective Calls, Intakt)

10. The Brecker Brothers – "Some Skunk Funk" (da Live and Unreleased, Leopard)

Se hai letto questo articolo, ti potrebbero interessare anche

jazz

Il mondo del jazz è in ginocchio, ma – forse – la musica lo salverà

jazz

Un paio di dischi da solista, di cui uno per Blue Note nel 1966, e collaborazioni di peso per una "meteora" del jazz: ecco la sua storia

jazz

Bise del duo Isophone (Rosa Parlato e Claire Marchal) documenta il progetto di Benoit Ganoote per il reparto oncologico dell’Ospedale di Lille