Una stagione di fiati

Prima uscita a Camogli del nuovo gruppo d'improvvisazione A Windy Season

Recensione
jazz
Fondazione Remotti Camogli
07 Gennaio 2012
Un nuovo gruppo dedito all'improvvisazione musicale, costruita parte su parte sulla sommatoria di quattro notevoli esperienze personali; un nuovo spazio che accoglie opere d'arte contemporanea come luogo per la registrazione del primo disco, e luogo del primo concerto pubblico. Il gruppo si chiama A Windy Season, lo spazio è la neonata e splendida Fondazione Remotti a Camogli, nel Levante ligure, ex luogo sacro ora riconvertito a punto di riferimento per esposizioni, musica e parole in tema. Windy Seson, ironico riferimento al fatto che tutti i musicisti imbracciano strumenti a fiato, è composto da Gianni Mimmo al sax soprano, Angelo Contini al trombone, Mirio Cosottini alla tromba e flicorno soprano, Alessio Pisani al fagotto e controfagotto.Questi ultimi due musicisti perni essenziali della struttura Grim, gruppo ricerca sull'improvvisazione musicale. Un equilibrio di timbri e voci, dunque, decisamente inconsueto, se non inedito. Per due giorni il gruppo ha affinato negli spazi della Fondazione lunghe sedute di improvvisazione. Ne è derivata tanta musica, che finirà nel primo cd prodotto dalla label di cui è anima e mente Mimmo, la Amirani Records. La sera del 7, poi, il primo concerto, salutato da un gran pubblico. Echi grotteschi ed ironici di brass band, con il suono ulcerato di tromba di Cosottini, collettivi sognanti basati sulla tenuta di note lunghe, profondità abissali dal controfagotto ad innescare riff o cellule tematiche per lanciare il volo del sax soprano, o il beffardo lirismo del controllatissimo trombone di Contini, a volte impegnato anche a “colorare" la musica con conchiglie sonore e didjeridoo australiano. Le volte della Fondazione restituivano imprevedibili riverberi: aggiungendo fascino imprevisto al tutto.

Note: Debutto in concerto del nuovo gruppo A Windy Season nello spazio d'arte contemporanea Fondazione Remotti a Camogli (Ge).

Interpreti: Gianni Mimmo: sax soprano, Angelo Contini: Trombone, Mirio Cosottini: Tromba e Flicorno, Alessio Pisani: fagotto e controfagotto

Se hai letto questa recensione, ti potrebbero interessare anche

jazz

Alla testa del nuovo quartetto Broken Shadows, Berne e Speed rileggono le proprie radici musicali

jazz

Il trio di David Grubbs, Mats Gustafsson e Rob Mazurek per un concerto memorabile a Padova

jazz

Il mito di Chet Baker rivive nella musica di Paolo Fresu e nello spettacolo di Leo Muscato e Laura Perini, al Parco della Musica (e in tour)