Un festival per Mahler ad Amsterdam

Fra il 8 e il 17 maggio il Concertgebouw ospita un grande programma musicale e non solo dedicato al compositore e direttore d’orchestra 

News
classica
Il progetto per il padiglione del Festival Mahler
Il progetto per il padiglione del Festival Mahler

Il Concertgebouw di Amsterdam annuncia un festival interamente dedicato a Gustav Mahler. Il festival avrà luogo nella città olandese dall' 8 al 17 maggio nella storica sede dell’istituzione concertistica e in un grande padiglione costruito per l’occasione sulla piazza antistante. Amsterdam non è nuova all’iniziativa. Già nel 1920 si penso a un “Mahler Feest” per marcare i 25 anni di Willem Mengelberg come direttore principale dell’orchestra del Concertgebouw, che presentò da sola tutte le sinfonie del compositore austriaco. Nel 1995 accanto all’Orchestra del Concertgebouw furono coinvolti anche i Berliner Philharmoniker e i Wiener Philharmoniker per il programma sinfonico oltre al baritono Thomas Hampson per quello vocale. 

Per questo nuovo festival nella Sala principale del Concertgebouw si riuniranno quattro fra le orchestre internazionali più prestigiose, che Mahler ebbe l’opportunità di conoscere grazie alla sua attività di direttore d’orchestra: la New York Philharmonic diretta da Jaap van Zweden per la Prima Sinfonia (8 maggio) e per la Seconda (9 maggio), l’Orchestra del Concergebouw diretta da Myung-Whun Chung per la Terza (10 maggio) e la Nona (16 maggio), i Berliner Philharmoniker diretti da Kirill Petrenko per la Quarta (11 maggio) e la Sesta (13 maggio), i Wiener Philharmoniker diretti da Daniel Barenboim per la Quinta (12 maggio) e la Settima (14 maggio). Ospiti del festival anche la Gustav Mahler Youth Orchestra diretta da Daniel Harding nella monumentale Ottava (15 e 16 maggio) e la Budapest Festival Orchestra diretta da Ivan Fischer nell’Adagio della Decima e in Das Lied von der Erde (17 maggio). Nella più piccola Sala dei recital, dal 10 maggio si terranno un ciclo di musica da camera con l’Amsterdam Sinfonietta e il Nieuw Amsterdams Klarinet Kwartet e liederistica con i cantanti Fleur Barron, Barbara Kozelj e Milan Silijanov, Catriona Morrison, Feride Büyükdenktas e Sophie Renner e Ashley Richert accompagnati al pianoforte da Julius Drake. 

Il Padiglione Mahler, oltre alla ritrasmissione live dei concerti preceduti da dieci brevi video di presentazione prodotti da MediaLaneTv su commissione del Concertgebouw e Mahler Foundation, ospiterà un programma di film e documentari dedicati a Gustav Mahler, concerti aperitivo e conferenze di esperti di diversi discipline sul tema “Mahlers Zeitgeist”. In programma, inoltre, un simposio internazionale dedicato alle fonti usate da Gustav Mahler per le sue composizioni organizzato dalla Società Internazionale Gustav Mahler di Vienna and dalla Gustav Mahler Stichting Nederland. Infine, sotto il titolo “Me, Myself and Mahler” prenderanno corpo una serie di iniziative per avvicinare gli spettatori più giovani al mondo sonoro del compositore. 

Il festival “contagerà” anche altre autorevoli istituzioni della città come il Theater Bellevue, che proporrà una programma di concerti e performance teatrali legati alla figura del compositore, e il Rijksmuseum che ospiterà una mostra dedicata a “Mahler e i suoi amici olandesi” con foto del compositore Alphons Diepenbrock che illustrano il forte legame fra Mahler e Mengelberg. 

Il programma completo delle iniziative è qui 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

La direttrice d'orchestra protagonista della vita musica fiorentina

classica

Ritrovato dalla musicologa Angela Ida De Benedictis il manoscritto inedito “Serenata per Luisa” di Bruno Maderna

classica

Netrebko in Tosca diretta da Valčuha, Kaufmann in Aida diretta da Mariotti