Nuvole d’opera al WOW di Milano

Aspettando la prima del Boris Godunov al Teatro alla Scala, il Museo del Fumetto di Milano propone una mostra fra opera e fumetti

News
classica
Affiche per Boris
Affiche per Boris

È ormai una tradizione quella del WOW Spazio Fumetto di Milano di dedicare una mostra al mondo dell’opera in occasione dell’inaugurazione della stagione lirica del Teatro alla Scala nell’ambito delle iniziative promosse dal Comune di Milano per La Prima Diffusa. Dopo le mostre dedicate a Mozart, Wagner, Beethoven, Verdi, Puccini e Giordano in concomitanza con il titolo scaligero, quest’anno l’appuntamento è con due “graphic novel” e un volume illustrato della casa editrice 40GB, ispirate a tre titoli della grande tradizione operistica: Rigoletto, Madama Butterfly e Don Giovanni. La mostra intende mettere in luce quanto il fumetto e l’opera lirica possano diventare una potente risorsa comunicativa di divulgazione.

Al WOW Spazio fumetto saranno esposte oltre quaranta tavole e illustrazioni, frutto del sodalizio artistico iniziato nel 2018 tra il baritono e scrittore Simone Tansini e il disegnatore Nicola Genzianella, che illustrano le opere affrontandone le pieghe psicologiche più nascoste. Non mancherà un tributo a Boris Godunov, il titolo inaugurale della stagione scaligera 2022-23, con l’esposizione di tre illustrazioni inedite di Nicola Genzianella realizzate appositamente per la mostra. Per raccontare la storia di questo percorso editoriale della casa editrice 40GB, l’11 dicembre alle 17 è in programma un incontro con Nicola Genzianella e Simone Tansini presso WOW Spazio Fumetto.

La mostra, a ingresso libero, sarà visitabile dal 3 all’8 gennaio dal martedì al venerdì dalle 15 alle 19, e sabato e domenica dalle 14 alle 19.

Mercoledì 7 dicembre 2022, il museo ospiterà la proiezione su megaschermo dell’opera “Boris Godunov” di Modest Musorgskij in diretta dal Teatro alla Scala. Prenotazione obbligatoria per mail a eventi@museowow.it

Maggiori dettagli qui

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

L’attuale direttore del Grand Théâtre di Ginevra prenderà il posto di Dietmar Scharz alla Deutsche Oper di Berlino

classica

Il regista e direttore di vari teatri è morto all'età di 81 anni 

classica

Con Olivier Py il teatro parigino spera nel rilancio dopo un periodo complicato