Lotte de Beer alla Volksoper

La regista olandese succederà a Robert Meyer alla guida del teatro viennese dalla stagione 2022/23

News
classica
Lotte de Beer
Lotte de Beer

Sarà la regista olandese Lotte e Beer a succedere alla guida della Volksoper a Robert Mayer, direttore del teatro viennese dal 2007. Lotte de Beer assumerà l’incarico a partire dal settembre 2022 per cinque anni.

Nata nel 1981, Lotte de Beer ha intrapreso studi di pianoforte, canto e quindi teatro a Maastricht, prima di frequentare un corso di regia all’Università delle Arti di Amsterdam concluso nel 2009. Subito dopo gli studi è stato Peter Konwitschny ad affidarle diverse regie in teatri tedeschi e all’Opera di Lipsia in particolare, dove ha debuttato con Clara S. di Nicoleta Chatzopoulou. In seguito firma numerose regie in teatri anche importanti come l’Opera di Stato Bavarese di Monaco, la Nationale Opera en Ballet in Amsterdam, l’Opera Reale Danese di Copenhagen, la Deutsche Opera m Rhein di Düsseldorf e la Staatsoper di Stoccarda, teatro nel quale ha diretto il Don Carlos inaugurale della scorsa stagione. Con il direttore d’orchestra Steven Sloane ha fondato ad Amsterdam nel 2010 la compagnia Operafront, di cui è direttrice artistica.

La candidatura di Lotte de Beer si è imposta su 33 concorrenti fra cui 7 donne. “La decisione di nominare Lotte de Beer è un impegno a garantire un futuro alla Volksoper” ha dichiarato il direttore uscente Robert Mayer, che della direttrice in pectore ha elogiato l’amore per il teatro musicale che sarà garanzia di “un approccio attento e rispettoso della tradizione del teatro e di un percorso orientato al futuro della Volksoper.” Di “personalità straordinaria che ha convinto con la sua alta professionalità e carattere vincente”, invece, ha parlato Christian Kirchner, amministratore delegato della holding dei Bundestheater, la società che amministra i maggiori teatri della capitale austriaca. Dal canto suo, la neonominata si è detta felice dell’incarico dichiarando l’ambizione di avvicinarsi ai viennesi “costruendo ponti fra innovazione e tradizione e contemporaneamente fornire spunti di ispirazione al mondo.”

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Stasera concerto vocale al posto di Aida

classica

Meli è indisposto, al suo posto arriva Kaufmann

classica

Dal 20 al 23 ottobre a Macerata torna la rassegna di Nuova Musica