La diciottesima edizione del festival Armonie della sera

Fino al 17 dicembre ventisette concerti in luoghi di particolare bellezza artistica e naturale distribuiti in dieci regioni d’Italia

News
classica
Young Musicians European Orchestra
Young Musicians European Orchestra

È stata presentata la diciottesima edizione del festival “Armonie della sera”: ventisette concertiin luoghi di straordinaria bellezza artistica e naturale, sparsi in dieci regioni d’Italia, molti nelle Marche, la regione in cui il festival è nato. Anteprima a Roma il 5 maggio con un concerto che con una formula sperimentata tante volte con successo raccoglie intorno a un musicista i suoi amici per fare musica insieme. In questo caso Marco Sollini, direttore artistico del festival e pianista con una bella carriera nazionale e internazionale, ha coinvolto una decina di artisti – non solo musicisti come le pianiste Gilda Buttà e Marcella Crudeli e il violoncellista Luca Pincini ma anche attori come Paola Pitagora – in un concerto intitolato “Sollini & Friends“; sono in programma musiche di Sollini stesso. Dopo Roma il concerto sarà ripetuto con lievi modifiche il 21 giugno a Firenze per la giornata mondiale della musica e il 24 ottobre a Milano.

Il festival è diviso in due sezioni, estiva ed autunnale. La prima inizierà il 12 giugno della Palazzina di caccia di Stupinigi, col violinista Gabriele Pieranunzi, il violista Francesco Fiore, il violoncellista Luigi Puxeddu - tutti e tre hanno suonato come prime parti con le più importanti orchestre italiane - e i pianisti Marco Sollini e Salvatore Barbatano: in programma i due Quartetti per pianoforte e archi di Mozart. Non è possibile elencare tutti i concerti ma ne citiamo almeno alcuni. Il 26 luglio nella Chiesa dello Spasimo di Palermo il duo Sollini-Barbatano suona Sheherazade di Rimskij-Korsakov e Paola Pitagora narra le avventure della protagonista delle Mille e una notte. Il 30 e 31 il sagrato della Chiesa di San Marco a Ponzano di Fermo, dove diciotto anni fa nacque “Armonie della sera”, fa da cornice all’integrale delle Sonate a quattro di Rossini, eseguite dal “Quartetto YMEO” (“Young Musicians European Orchestra”). Il 6 agosto nel suggestivo parco del Colle dell’Infinito di Recanati suonerà la decana dei pianisti italiani, Marcella Crudeli. Il 10 il sassofonista Jacopo Taddei e il pianista Luca Ciammarughi nel maestoso castello della Rancia di Tolentino. Il 12 nella chiesa romanica di Santa Maria della Piazza di Ancona Sonig Tchakerian presenta l’integrale delle Sonate e Partite per violino solo di Bach. Il 14 ad Offida la quindicenne italiana di origini cinesi Monica Zhang, astro nascente del pianismo internazionale, suona gli Studi op. 10 di Chopin e altri autori. Saltiamo al 21 agosto, quando a Moresco, uno dei più bei borghi d’Italia, Silvia Chiesa (violoncello) e Maurizio Baglini (pianoforte) eseguono musiche di Liszt, Cilea, Richard Strauss e Sollini.

Il 15 settembre alla Venaria Reale la Young Musicians European Orchestra diretta da Paolo Olmi dà avvio alla sezione autunnale: in programma musiche di Pergolesi e Bach con la partecipazione del duo pianistico Sollini-Barbatano e del mezzosoprano Daniela Pini. Il duo Sollini-Barbatano sarà anche nella meravigliosa abbazia di Sant’Angelo in Formis a Capua il 18 settembre per eseguire la Sinfonia “Dante” di Liszt nella trascrizione dell’autore stesso per due pianoforti, il 4 ottobre a Città di Castello per un concerto dedicato a San Francesco d’Assisi, con la partecipazione del soprano Valentina Varriale, e il 2 dicembre a Torino nell’Oratorio di San Filippo Neri per un interessante concerto dedicato interamente a Luigi Cherubini, con rarità e brani recentemente riscoperti. Il 17 dicembre il festival si conclude al teatro Rendano di Cosenza con la nuova Orchestra Sinfonica Bruzia diretta da Francesco Perri, che propone la Sinfonia “Linz” di Mozart e il Concerto n. 2 per due pianoforti e orchestra di Mendelssohn.

Il programma completo sul sito

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Al Palazzetto Bru Zane una rassegna di donne compositrici per il festival di primavera

classica

Torino: Se le nuvole il 10 febbraio all'Auditorium Rai Toscanini

classica

L’attuale direttore del Grand Théâtre di Ginevra prenderà il posto di Dietmar Scharz alla Deutsche Oper di Berlino