Avvicendamento alla guida della Sinfonica di Montréal: Payare prende il posto di Nagano

Il direttore boliviano diventerà direttore musicale dell’orchestra canadese nel 2022, mentre Nagano resta alla Staatsoper di Amburgo

News
classica
Rafael Payare
Rafael Payare

Rafael Payare è stato nominato nuovo direttore principale dell’Orchestre Symponique de Montréal a partire dalla stagione 2022-2023, con un incarico iniziale di cinque anni. Nel frattempo, dal settembre 2021 avrà il ruolo di direttore designato. Sostituisce Kent Nagano, che è stato il direttore musicale dell’orchestra canadese dal 2006 al 2020. Ma già nelle prossime settimane dirigerà tre concerti in streaming, visibili gratuitamente sul sito dell’orchestra (OSM.ca): il primo è domenica 10 gennaio alle 20.30 (ora italiana) e sono in programma Carnevale romanodi Berlioz e la Sinfonia n. 1 di Brahms.

Payare, nato in Venezuela nel 1980, è uno dei tanti ottimi musicisti formati da El Sistema, dove ha studiato direzione d’orchestra con José Antonio Abreu ed è stato assistente di Claudio Abbado. Più tardi è stato assistente di Barenboim alla Staatsoper di Berlino e di Lorin Maazel al Castleton Festival, di cui Payare è diventato direttore principale alla morte dello stesso Maazel. Fondamentale per la sua carriera è stata la vittoria al Concorso per giovani direttori “Nikolai Malko” di Copenaghen nel 2012, che l’ha lanciato in campo internazionale. Dal 2014 al 2019 è stato direttore musicale dell’Orchestra dell’Ulster a Belfast e dal 2019 dell’Orchestra Sinfonica di San Diego.

Negli ultimi anni ha diretto molte delle più prestigiose orchestre sinfoniche internazionali, tra cui quelle di Berlino, Monaco, Vienna, Londra, Chicago, Los Angeles e Parigi. In Italia ha diretto poche volte: si ricordano un concerto alla Sagra Musicale Malatestiana di Rimini con la Royal Philharmonic di Londra nel 2015 e uno all’Accademia di Santa Cecilia di Roma nel 2016.

Finora ha preferito la sala da concerto ai teatri, ma dal 2019 ha cominciato a dirigere anche opere, dedicandosi al repertorio italiano, Rossini, Verdi e Puccini.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Uno studio commissionato dal Konzerthaus di Dortmund dimostra che il rischio di contagio nelle sale da concerto è basso se gli impianti di ventilazione sono adeguati

classica

L’opera di Bellini sarà eseguita in forma di concerto, con Roberto Abbado sul podio e Jessica Pratt, Lawrence Brownlee, Franco Vassallo e Nicola Olivieri come interpreti principali

classica

Il capolavoro di Beethoven ha aperto la stagione 2021 del Teatro Regio. A marzo (forse) il Pelléas et Mélisande