I concerti casalinghi di Enrico Pieranunzi

Parte oggi la rassegna di quattro concerti in streaming di Enrico Pieranunzi

Enrico Pieranunzi - concerti in streaming
Articolo
classica

Si tiene oggi, 20 maggio (ore 18.30), il primo dei quattro concerti in solo – le altre date sono 27 maggio, 3 e 10 giugno – che il pianista e compositore Enrico Pieranunzi propone in streaming dalla sua abitazione, una residenza casalinga virtuale dedicata a quattro diversi repertori: "Plays Scarlatti", "Fellini Jazz", "My Songs" e "New Songs".

Un viaggio tra le diverse anime musicali dell’artista romano che sembra sviluppare il percorso di ascolto proposto in occasione di un concerto che abbiamo seguito la scorsa estate e che ora, complice la situazione indotta dalle misure anti Covid-19, viene declinato attraverso un’inedita formula più ampia e articolata, diffusa tramite il web. Tra l’altro, il mondo digitale rappresenta un ambiente in cui Enrico Pieranunzi è decisamente popolare: gli ascolti dei suoi brani sulla piattaforma Spotify del solo ultimo mese superano le 400.000 unità, e i suoi 5 brani più ascoltati di sempre hanno totalizzato 15 milioni di passaggi.

Questi concerti, prodotti dall’agenzia International Music and Arts, rappresentano una possibile risposta, in attesa di tornare alla normalità, all’attuale scenario di emergenza in cui le misure restrittive di contenimento per evitare il diffondersi del virus non consentono lo svolgimento dei concerti con il pubblico.

Per l’occasione viene costruito un vero e proprio set con riprese audio e video professionali. La visione degli eventi è a pagamento – 3,99 euro per il singolo concerto, 14 euro per l’abbonamento ai 4 appuntamenti – e l’accesso può avvenire attraverso i siti www.internationalmusic.it e www.enricopieranunzi.com. Una scelta che mira a sottolineare che la musica ha un proprio valore culturale, sociale ed economico.

Come sostenuto dagli organizzatori e dai promotori dell’iniziativa, il valore della musica, infatti, è stato spesso trascurato o ignorato negli ultimi anni e soprattutto di recente: valore che proviene prima di tutto dalla creazione dell’artista, frutto di tempo e studio costante, e dal lavoro delle numerose figure professionali che contribuiscono alla sua realizzazione e messa in scena. La modalità di fruizione di questi concerti è un tentativo di mettere in evidenza questo valore, affinché venga riconosciuto, specialmente nel momento di estrema difficoltà che stiamo attraversando.

Ecco i dettagli dei quattro concerti:

20 Maggio – Pieranunzi plays Scarlatti

Nell’amplissima produzione discografica di Pieranunzi, “Plays Scarlatti” spicca ancora oggi per originalità e creatività. In quel Cd e nel concerto odierno, il geniale universo musicale scarlattiano viene rivisitato con “trasgressivo rispetto” da un grande improvvisatore del nostro tempo, che di quel mondo così potentemente originale capta e ripropone la visionaria intensità. Un mix travolgente di barocco e fantasia improvvisativa in un programma tra i più amati dai fans di Pieranunzi.

27 Maggio – My songs

Tra gli aspetti che nel tempo hanno reso Pieranunzi un pianista del tutto sui generis ci sono sicuramente le sue composizioni. I suoi brani, molti dei quali suonati e registrati da musicisti di ogni parte del mondo, hanno un particolare fascino narrativo capace di attrarre un pubblico trasversale per gusti ed età. “Night Bird”, “Don’t Forget the Poet”, ”Les amants”, “Je ne sais quoi”, “Come rose dai muri” alcuni dei titoli del concerto di oggi insieme ad altri classici del suo vasto e variegato songbook.

3 Giugno – Fellinijazz

Ricorre quest’anno il centenario della nascita del grande Federico Fellini. Pieranunzi proporrà nel concerto di oggi originali allestimenti pianistici dei temi tratti dai più celebri film del Maestro riminese: I vitelloni, La strada, Le notti di Cabiria, La dolce vita, Amarcord. Tocco finale della performance il notissimo “Fellini’s waltz”, brano che Pieranunzi ha composto in segno di affettuoso omaggio all’indimenticabile immaginario sonoro e visivo cui diede vita la straordinaria coppia Rota-Fellini.

10 Giugno – New songs

Il concerto proporrà una selezione dei brani scritti da Pieranunzi in questi ultimi mesi. Un viaggio sonoro che ripercorre la storia invisibile dei tanti giorni trascorsi in una situazione inaspettata e complicata. Si tratterà quindi, per tutti coloro che vorranno seguire il concerto, di prime esecuzioni assolute. Ma, oltre alla graditissima condivisione, suonarle avrà per Pieranunzi un enorme valore aggiunto, anch’esso da condividere: quello della speranza che i suoni di questi brani, e i suoni di tutti i brani composti in questo periodo da tutti i musicisti, possano al più presto diffondersi come e meglio di prima.

 

Se hai letto questo articolo, ti potrebbero interessare anche

classica

PAGINA SPONSORIZZATA | Il direttore artistico Nicola Sani parla di Oursounds, la nuova veste per festival e accademia di Chigiana, dal 5 luglio al 3 settembre

classica

I compositori di oggi si raccontano in sei brani che hanno influenzato il loro modo di pensare e scrivere la musica

classica

Tra cancellazioni e ridimensionamenti, i festival classici resistono e mettono insieme una stagione estiva: ne abbiamo scelti 10