10 festival che si faranno quest'estate, tra pop ed elettronica

Guida a quel che resta del live in Italia dopo la pandemia: pochi nomi internazionali, ma tocca accontentarsi

10 festival che si faranno lo stesso - Diodato in Valle d'Aosta
Diodato a Musicastelle (foto di Musicastelle - Regione Val d'Aosta)
Articolo
pop

Qualche festival è sopravvissuto all’ecatombe degli appuntamenti estivi con la musica dal vivo, causata dalla pandemia, anche se si tratta di eventi snelliti nei programmi e – per ovvi motivi di logistica – basati essenzialmente su artisti nazionali, salvo rare eccezioni. Ma evidentemente non si può andare troppo per il sottile: ecco allora una decina di occasioni meritevoli di segnalazione, 10 festival pop che si faranno lo stesso.

1. Musicastelle Outdoor, Val d’Aosta, fino al 25 luglio

Le migliori ambientazioni del lotto: quattro valli scelte fra le meno frequentate dai grandi flussi turistici per altrettanti concerti gratuiti. Ha aperto nei giorni scorsi Diodato, appena battuto al Tenco da Brunori Sas, atteso invece sabato 11, mentre il 25 tocca a Niccolò Fabi, che il Tenco l’ha vinto già due volte. Al canone della canzone d’autore si sottrae Elodie, in scena il 18 al lago Gabiet: “cima Coppi” dell’itinerario con i suoi 2.371 metri di quota.

2. Pecci Summer Live, Prato, dal 9 al 25 luglio

Una decina di spettacoli nell’arena del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci: apre Lorenzo Senni e chiude Ghemon. Nel mezzo, fra le altre cose: Francesco Di Bella con Edda (10/7), Dente (18/7), Claver Gold (21/7), Bugo (22/7), Gio Evan (23/7) e Guano Padano (24/7).

Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci
Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci

3. acieloaperto, Cesena e San Mauro Pascoli, dal 18 luglio al primo settembre

L’ottava edizione della rassegna romagnola è consacrata al “risveglio” e presenta un paio di attrazioni internazionali: i torrenziali britannici Comet Is Coming e i galanti francesi Nouvelle Vague, rispettivamente il 13 e il 29 agosto alla Rocca Malatestiana e a Villa Torlonia, sedi degli appuntamenti. Il resto è di estrazione autarchica: Remo Anzovino, che inaugura di primissima mattina, Calibro 35 (1/8), Andrea Laszlo De Simone (16/8) e, all’epilogo, Francesca Michielin.

Comet is Coming
Comet Is Coming

4. Blues Around, Pistoia, dal 18 luglio al 6 agosto

Una sorta di surrogato di Pistoia Blues nel segno del “made in Italy”, aperto dai Bud Spencer Blues Explosion e chiuso da Raphael Gualazzi. Cammin facendo ci s’imbatte in Edoardo Bennato (26/7), Eugenio in Via di Gioia (30/7), Alex Britti (31/7) e Negrita in acustico (1/8).

5. Tones on the Stones, Val d’Ossola, dal 19 al 26 luglio

È intitolata “Before and After” la quattordicesima annata del festival posizionato nel Verbano-Cusio-Ossola. Al solito consistente la sezione musicale, dove brillano nella cava Roncino a Oira le stelle di Paolo Fresu, in duo con il pianista Ramberto Ciammarughi (giovedì 23), e del produttore newyorkese di origine cilena Nicolas Jaar, protagonista principale dell’appendice elettronica Nextones (sabato 25).

Festival che si faranno estate Tones on the Stones 2019 (foto di Susy Mezzanotte)
Tones on the Stones 2019 (foto di Susy Mezzanotte)

6. Indiegeno Fest, Tindari, agosto

La settima edizione della manifestazione alloggiata nel borgo del messinese è compressa in due giornate. Al momento è annunciato solamente il concerto di Diodato, in programma all’alba del 4 agosto nella suggestiva cornice del teatro greco.

Indiegeno (foto di Giuseppe Mollica)
Indiegeno (foto di Giuseppe Mollica)

7. Viva!, Valle d’Itria, dal 6 al 9 agosto

Giunto al quarto anno, anche il festival in cui sono implicati i curatori del torinese Club To Club deve fare di necessità virtù, rimodulando la propria offerta. Poche le anticipazioni, ma andiamo sulla fiducia… Di certo ci sarà un cast tutto italiano, all'interno del quale la presenza di artisti pugliesi peserà per più del 50%. Si annuncia interessante il progetto di Nicola Conte che prevede dj set a partire dal tramonto sulla cumersa (il caratteristico tetto spiovente) più alta del centro storico di Locorotondo, trasmessi in contemporanea via streaming da tutti gli esercizi commerciali al fine di realizzare una sonorizzazione ad hoc, evitando il rischio di assembramenti.

Festival che si faranno Viva! Festival 2019 (foto di Emanuele Colabello)
Viva! Festival 2019 (foto di Emanuele Colabello)

8. Sexto ’nplugged, Sesto al Reghena, dal 7 al 9 agosto

Altro evento liofilizzato per cause di forza maggiore. Nella piazza centrale della cittadina friulana sono previsti attualmente Low Roar, progetto del californiano a Varsavia Ryan Karazija (venerdì 7), e Teho Teardo, con la sonorizzazione dei cortometraggi di Man Ray Le Retour à la Raison (sabato 8).

9. Locus Festival, Locorotondo, dal 7 al 23 agosto

La “limited edition” dello storico raduno pugliese mette in vetrina due ospiti forestieri: i già citati Comet Is Coming e lo statunitense Michael League, fondatore degli Snarky Puppy, nella circostanza in duo con il pianista Bill Laurance. E poi alcuni saporiti ingredienti nostrani: Calibro 35, Ghemon e il tandem composto da Colapesce e Dimartino.

Locorotondo
Locorotondo

10. Cinzella Festival, Grottaglie, dal 12 al 15 agosto

La quarta edizione della kermesse firmata da Michele Riondino, allestita nelle cave di Fantiano, punta su artisti già nominati in questa panoramica: Andrea Laszlo De Simone, Diodato, Bud Spencer Blues Explosion e Guano Padano, con l’aggiunta delle spezie salentine fornite da Mama Marjas & Don Ciccio.

Se hai letto questo articolo, ti potrebbero interessare anche

pop

Abbiamo chiesto a Gabriele Ferraresi, autore di Mad in ItalyManuale del trash italiano (1980-2020), di selezionare per noi 10 momenti musicali da ricordare

pop

Ricordiamo Ennio Morricone con 10 canzoni che ha arrangiato negli anni Sessanta, alcune celebri, altre minori

pop

Un percorso attraverso il film musicale italiano degli anni Sessanta, a partire dal nuovo libro di Claudio Bisoni, Cinema, sorrisi e canzoni