Perfetti petali di note

Uri Caine e Dave Douglas in duo al Torino Jazz Festival

Uri Caine e Dave Douglas al TJF
Uri Caine e Dave Douglas al TJF
Recensione
jazz
Torino Jazz Festival
26 Aprile 2014
Il Torino Jazz Festival è tornato: consapevole che il suo destino è per ora quasi sempre pioggia sul main stage all'aperto, il direttore artistico Stefano Zenni ha salvato in alcune sale da concerto con biglietteria i concerti preziosi, da ascoltare in condizioni di assoluta concentrazione e garanzia. Così, Uri Caine e Dave Douglas hanno invaso il palco dell'Orchestra della Rai con il loro pianoforte e la loro tromba. Caine è assuefatto a ambienti e trascrizioni classiche, ma ancora una volta nel duettare con un trombettista, egli "finge" con sorniona e condivisa modestia di sparire vellutato dietro gli a solo del partner di turno; il duo newyorchese ha intesa di perfezione esoterica: stop all'unisono, micro-silenzi stupefacenti, nervosismo metropolitano in pezzi come "End to End" di Douglas. Quando è il momento dell'a solo di Caine lui resta nella sua discrezione, e ricorda brevemente cos'è il Caine mood. Al centro del concerto l'estasi perfetta di "The Single Petal of a Rose", che Duke Ellington interpretò in solo pianistico nel 1963 come omaggio londinese alla Regina Elisabetta: il singolo istante di ogni nota, così, in regale malinconia e suprema dignità, resterà, di questo duo.

Interpreti: pianoforte Uri Caine tromba Dave Douglas

Se hai letto questa recensione, ti potrebbero interessare anche

jazz

Dal vivo per Strade Blu il trio di Marc Ribot si conferma ai vertici della musica creativa

jazz

Il Torino Jazz Festival chiude alla grande con Salif Keita, Donny McCaslin e Arto Lindsay

jazz

Chiusura di festival memorabile con Ernst Reijseger, Alexander Hawkins e il debutto della European Galactic Orchestra