Torna il Paganini Guitar Festival

26 al 29 maggio a Parma la XXII edizione con concerti, tra gli altri, di Manuel Barrueco e David Russell, oltre alla promozione dei giovani talenti

News
classica
Manuel Barrueco (foto Victor Vidal)
Manuel Barrueco (foto Victor Vidal)

Parma torna ad essere capitale della chitarra dal 26 al 29 maggio 2022 con il Paganini Guitar Festival, rassegna internazionale realizzata dalla Società dei Concerti di Parma in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma-Casa della Musica.

La XXII edizione della rassegna ispirata alla passione per la chitarra dello stesso Paganini, si intitola De Los Viajeros (“dei viaggiatori”) ed è un invito a ritrovare il gusto di viaggiare, lungo le strade del mondo e sulle ali della musica.

Anche quest’anno il cartellone ospita artisti di fama mondiale. Il concerto di apertura è affidato al chitarrista cubano Manuel Barrueco che giovedì 26 maggio, ore 20, all’Auditorium del Carmine, eseguirà musiche di Frescobaldi, Scarlatti, Aguado, Ponce, Cervantes e Malats. Venerdì 27, ore 20, alla Casa della Musica Pavel Steidl suonerà musiche di Paganini, Legnani, Merzt, Coste). Sabato 28, sempre alle ore 20 alla Casa della Musica, Jan Depreter ed Eduardo Isaac si alterneranno sul palco eseguendo brani di Depreter, Albeniz, Granados, Sagreras, Iannarelli, Colombo e Piazzolla. Alle ore 22 alla Casa del Suono, Giampaolo Bandini, direttore artistico del festival, terrà uno speciale concerto sensoriale intitolato “Close your eyes”, in collaborazione con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Parma, con musiche di Sting, Bob Marley, Beatles e Queen. Domenica 29, ore 17.30, l’appuntamento finale del festival al Teatro Regio vedrà protagonista il chitarrista scozzese David Russell, che eseguirà brani di Bach, Scarlatti, Albéniz, Granados e Goss.

David Russell
David Russell

Ad arricchire il programma del festival troviamo il “Paganini Day”, previsto per venerdì 27 maggio 2022 in occasione del 182° anniversario della morte di Niccolò Paganini, offrendo una vera e propria maratona di eventi musicali lungo tutta a giornata e in diversi luoghi della città.

Altro elemento distintivo di questa manifestazione è la valorizzazione di giovani talenti perseguita attraverso concorsi, masterclass e concerti, a partire dalla XXII edizione del Concorso chitarristico internazionale “Omaggio a Niccolò Paganini”, che si svolgerà alla Casa della Musica di Parma e che prevede venerdì 27 e sabato 28 mattina le semifinali delle sezioni Solisti e Musica da camera, mentre domenica 29 mattina la finale pubblica per entrambe le sezioni e alle ore 15 premiazione. In contemporanea si svolgerà il Concorso “Giovanni Promesse”: la sezione Solisti sabato mattina al Palazzo della Provincia con premiazione alle 18.30 alla Casa della Musica; le Sezioni Scuole secondarie di primo grado e Musica d’insieme domenica mattina nel Ridotto del Teatro Regio e al Palazzo della Provincia, con premiazione alle 15 alla Casa della Musica.

Da segnalare, la Paganini Youth Orchestra: un progetto che ogni anno coinvolge centinaia di ragazzi provenienti da Conservatori e Licei musicali di tutta Italia: è un corso intensivo di due giorni e culmina nello spettacolare ed emozionante concerto conclusivo dell’orchestra giovanile, diretta dal Maestro Vito Nicola Paradiso, con solista la violinista Ksenia Milas, domenica 29 alle ore 16 nella Chiesa di San Francesco del Prato. Quattro gli appuntamenti, inoltre, intitolati Chitarre in concerto, con le giovani promesse delle sei corde, mentre completa il programma la mostra di liuteria moderna allestita al Museo dell’Opera della Casa della Musica.

Per informazioni: www.societaconcertiparma.com.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Dopo l’estromissione di Ruth Mackenzie nel 2020, a sorpresa lascia il teatro anche l’attuale direttore Thomas Lauriot dit Prévost

classica

Il Festival dal 16 luglio al 9 settembre

classica

A Torino e Milano dal 5 al 25 settembre