Su Beethoven il convegno internazionale ibrido della Humboldt-Stiftung di Bonn

40 musicologi e musicologhe in sede e più di 100 ricercatori invitati in collegamento da 40 paesi

News
classica
Kammermusiksaal
Kammermusiksaal

La Fondazione Alexander von Humboldt di Bonn organizza, nell’ambito del decimo Forum dei vincitori del Premio Humboldt, dal 20 al 23 ottobre un convegno ibrido (in presenza e on-line) che ha come tema centrale il significato e l’influenza duratura dell’opera di Beethoven nel mondo globalizzato. La discussione avrà come punto centrale quell’impero della mente che Beethoven immaginò come alternativa al potere politico del suo tempo. Beethoven visse un’epoca turbolenta della storia europea che vide succedersi, nel corso della sua vita, la Rivoluzione francese, l’ascesa e la caduta di Napoleone, il congresso di Vienna e il definirsi dei nuovi equilibri europei che da esso scaturirono.

Quaranta musicologi e musicologhe interverranno in presenza a Bonn, città natale di Beethoven e sede centrale della Humboldt-Stiftung, e oltre cento invitati provenienti da quaranta paesi del mondo potranno seguire la conferenza (cui si accede su invito).   

Tutto il programma qui:

L’inaugurazione del simposio a cura del Segretario Generale della Fondazione Humboldt, Enno Aufderheide, sarà trasmessa il 20 ottobre a Bonn dalle 17. Seguirà la presentazione dei lavori da parte del comitato scientifico composto da William A. Kinderman, pianista concertista e professore di musica alla UCLA, Los Angeles, Christine Siegert, direttrice dell'Archivio Beethoven e della Beethoven-Haus e da Federica Rovelli, musicologa, professoressa presso l'Università degli Studi di Pavia, sede di Cremona. Terminerà la prima sessione la lectio del musicologo svizzero-tedesco Hermann Danuser dell'Università Humboldt di Berlino. La prima giornata sarà conclusa alle 19:30 da una conferenza-concerto che avrà luogo nella Beethoven-Haus con William A. Kinderman e Hans-Joachim Hinrichsen, professore di musicologia all'Università di Zurigo. In live streaming si potranno seguire anche i concerti dei giorni successivi: il 21 ottobre, alle 19:30, la clarinettista Ruzaliia Kasimova, vincitrice di una borsa di studio conferitale dal Cancelliere federale della Germania, suonerà insieme alla pianista Valentina Shvetsova e al violoncellista Christian BrunnerIl 22 ottobre, sempre dalle 19:30, i protagonisti saranno lo svedese Stenhammar Quartet, con la pianista Susanne Keller e al soprano María Isabel Segarra.

 

 

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

A Salisburgo presentato il programma del Festival di Pentecoste diretto da Cecilia Bartoli che sarà dedicato alle musiche ispirate alla città iberica

classica

Una nuova stagione concertistica all’Auditorium Lo Squero e diversi concerti di musiche orientali

classica

L’attuale sovraintendente della Staatsoper di Berlino sostituirà Andreas Homoki all’Opernhaus di Zurigo dal 2025