Ritorna Bergamo Jazz Festival

Dal 16 al 19 settembre la 42esima edizione della rassegna, con Marcin Wasilewski, Kurt Elling, il quartetto di D'Andrea e Douglas e Tigran Hamasyan

News
jazz
Kurt Elling (foto Anna Webber)
Kurt Elling (foto Anna Webber)

Dopo essere stata annullata nel 2020 a causa del primo lockdown da Covid-19, e aver subito un ulteriore rinvio nello scorso marzo per il protrarsi dell’emergenza, la 42esima edizione di Bergamo Jazz Festival si svolgerà dal 16 al 19 settembre.

«A malincuore abbiamo dovuto rinviare il festival ma per mantenerlo nella sua interezza non potevamo fare altrimenti – ha dichiarato Maria Pia De Vito, direttrice artistica di Bergamo Jazz – insieme a tutto lo staff del festival in questi mesi non abbiamo mai smesso di immaginare e programmare, confortati dalle rassicurazioni della dirigenza della Fondazione Teatro Donizetti che il festival si sarebbe in ogni caso svolto».

Il cartellone 2021 si presenta disegnato nel solco della storia di questo festival, con artisti nazionali e internazionali invitati a esibirsi nel rinnovato Teatro Donizetti, sede storica della manifestazione jazzistica orobica sin dal 1969, e al Teatro Sociale.

Gli appuntamenti principali – tutti previsti per le ore 21 – sono inaugurati giovedì 16 settembre dal trio di Marcin Wasilewski con lo stesso Wasilewski al pianoforte, Slawomir Kurkiewicz al contrabbasso e Michal Miskiewicz alla batteria, al centro di un concerto ospitato al Teatro Sociale e organizzato in collaborazione con l’Istituto Polacco di Roma, per proseguire il giorno dopo sul palcoscenico del Teatro Donizetti con la voce di Kurt Elling accompagnata dalla chitarra di Charlie Hunter, dalle tastiere di DJ Harrison e dalla batteria di Corey Fonville.

Franco D'Andrea e Dave Douglas (foto Roberto Cifarelli)
Franco D'Andrea e Dave Douglas (foto Roberto Cifarelli)

Sempre al Donizetti, sabato 18 protagonista sarà il quartetto di Franco D'Andrea (pianoforte) e Dave Douglas (tromba), con Federica Michisanti al contrabbasso e Dan Weiss alla batteria, mentre la chiusura di domenica 12 è affidata dall’armeno Tigran Hamasyan (voce, pianoforte e tastiere), qui presente con il suo trio che comprende Evan Marien al basso elettrico e Arthur Hnatek alla batteria.

Confermati, inoltre, i concerti che coinvolgeranno tutta la città, anche nei locali dove la musica dimora abitualmente, con le apposite sezioni del cartellone Jazz al Sociale, Scintille di Jazz, Jazz in Città.

Programma completo e informazioni sul sito www.teatrodonizetti.it.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

jazz

Fino al 16 novembre la ricca edizione 2021 del festival tra nuove produzioni e ospiti come Enrico Pieranunzi e Franco D’Andrea

jazz

Dal 18 settembre al 24 ottobre con John Scofield e Dave Holland, Mauro Ottolini, Camille Bertault, Trilok Gurtu e molti altri

jazz

Dal 28 agosto un trekking di avvicinamento, e il 4-5 settembre all'Aquila la nuova edizione di Il jazz italiano per le terre del sisma