Ripartono i concerti del Conservatorio di Parma

Al via il 27 gennaio con il Concerto per il Giorno della Memoria la nuova stagione del Conservatorio Arrigo Boito

News
classica
Il Conservatorio di Parma
Il Conservatorio di Parma

Ripartono mercoledì 27 gennaio con il Concerto per il Giorno della Memoria in streaming, I Concerti del Boito, riprendendo il filo del discorso là dove si era interrotto. L’ottava edizione della stagione organizzata dal Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma, dedica due cicli a Ludwig van Beethoven, una serie di appuntamenti alla musica eclettica, offrendo poi un’ampia panoramica sulla musica antica, classica, contemporanea e jazz. Ventotto gli appuntamenti in programma dal 27 gennaio al 16 dicembre 2021, di cui saranno protagonisti docenti e studenti dell’Istituto di Alta Formazione Artistica e Musicale parmigiano, visibili in streaming gratuito sul canale YouTube del Conservatorio “Arrigo Boito” finché non sarà possibile riaprire le sale da concerto al pubblico. Inserita nella programmazione di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21, la stagione avrà diverse sedi grazie al rinnovarsi delle collaborazioni con il Comune di Parma – Casa della Musica, l’Università di Parma e la Pastorale Universitaria di Parma. I Concerti del Boito si svolgeranno infatti nell’Auditorium del Carmine, nella Sala dei Concerti di Palazzo Cusani, nell’Aula Magna dell’Ateneo, nella Chiesa di San Rocco e, durante la stagione estiva, nel Chiostro Maggiore del Conservatorio “Arrigo Boito”.

Il primo appuntamento, mercoledì 27 gennaio alle 17.00, sarà il Concerto per il Giorno della Memoria, dedicato a compositori che hanno saputo raccontare gli orrori della guerra, dell’esilio, ma anche la forza della preghiera, la speranza, il desiderio di pace. Il calendario proseguirà con alcuni approfondimenti su Mozart, sulle donne compositrici, sul tema Musica e umorismo e sulla musica antica. Il Ciclo Beethoven, esplorerà le opere del compositore di cui nel 2020 ricorrevano i 250 anni dalla nascita, ragionando anche su quello che ha significato la sua produzione per i contemporanei e per le epoche successive. Musica Eclettica è invece il titolo di una serie di concerti che prende spunto dalla poliedrica creatività di Bruno Maderna per esplorare anche altri repertori, a volte appartenenti a periodi storici lontani. Il progetto Le trascrizioni delle Sinfonie di Beethoven proporrà, infine, sei appuntamenti con i capolavori beethoveniani trascritti per formazioni cameristiche con pianoforte.

I Concerti del Boito sono inseriti nel programma di Attività di formazione permanente del Conservatorio di Parma, coordinato dal prof. Pierluigi Puglisi. Per informazioni: Conservatorio di Musica "Arrigo Boito", Strada del Conservatorio 27/a, www.conservatorio.pr.it; Casa della Musica, P. le San Francesco (43121 Parma), tel. 0521 031170, infopoint@lacasadellamusica.it.

I concerti sono visibili in streaming gratuito sulla pagina YouTube del Conservatorio, e riapriranno gratuitamente al pubblico in presenza non appena le norme per il contenimento della pandemia lo renderanno possibile.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Quattro incontri su Bach del pianista e studioso italiano presso la prestigiosa università californiana

classica

Il Ministro federale per la Cultura si esprime a favore della riapertura e l’Agenzia federale dell’Ambiente descrive le condizioni per ripartire

classica

35 ballerini positivi al Covid