Ricordando Gelmetti

Un omaggio dell’Accademia dei Rozzi di Siena

News
classica
Gianluigi Gelmetti
Gianluigi Gelmetti

Poco più di un anno fa, l’11 agosto a Monaco, ci lasciava Gianluigi Gelmetti (1945 –2021). L’Accademia dei Rozzi di Siena ricorda la figura dell’artista e Socio Accademico, dedicandogli una serata in memoriam. L’evento commemorativo ad ampio raggio, è fissato per sabato 26 novembre nella Sala degli Specchi dell’Accademia, con inizio a partire dalle ore 17,30.

 A introdurre il programma della serata e le motivazioni, sarà l’Arcirozzo (la carica più importante dell’Accademia, nella persona di Alfredo Mandarin). La sequenza delle manifestazioni prevede la proiezione di un breve filmato tratto dagli archivi RAI nel quale Gelmetti, durante un’intervista, racconta il suo rapporto con la musica, le fasi salienti della sua carriera artistica, la sua vita privata e professionale, citando la città di Siena dove ebbe inizio la sua brillante carriera di direttore d’orchestra sotto la guida di Franco Ferrara e Sergiu Celibidache.

Al termine della proiezione è prevista la consegna all’Arcirozzo di un dipinto (olio su tavola, 163 x 163 incorniciato in oro) raffigurante Giuseppe Verdi, realizzato dal pittore Franco Fortunato su esplicita commissione di Gelmetti. La pittura fu realizzata per la ricorrenza dei centocinquant’anni dell’unità d’Italia e in coincidenza di una rappresentazione de La forza del destino a Parma, diretta da Gelmetti. Risale al 2019 la volontà dello stesso Gelmetti di donare il dipinto alla città di Siena, progetto poi decaduto per varie motivazioni finché, dopo la scomparsa del maestro, Fortunato e l’Arcirozzo decisero realizzare il desiderio del celebre direttore. La consegna del dipinto avverrà alla presenza della vedova Gelmetti, signora Stefania.

A conclusione della serata, un concerto vocale strumentale dedicato a Gelmetti e organizzato sempre nella Sala degli Specchi, con protagonisti Laura Polverelli e il pianista Clément Mao-Takacs; in programma musiche di Rossini, Respighi, Catalani e Tosti. L’inizio del concerto è previsto per le 21,30.

La collaborazione tra Laura Polverelli e Gelmetti abbraccia un arco di tempo dal 1999 al 2020. Il mezzosoprano senese ha cantato sotto la sua direzione in vari teatri italiani. Significativa la dichiarazione di Polverelli: «Al Maestro Gelmetti mi legava una sincera amicizia ed una lunga collaborazione artistica, a lui devo tantissimo, gran parte della mia carriera la devo a lui».

 

 

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Al gala al Teatro Réal di Madrid premiati, fra gli altri, i cantanti Sabine Devieilhe e Stéphane Degout, Daniele Rustioni per la direzione d’orchestra, il regista Stefan Herheim, lo scenografo Michael Levine e il mezzosoprano Janet Baker per la carriera

classica

Il passato del musicista rivive al presente

classica

 "Musica Spaziale – La musica policorale come strumento di seduzione sonora" è il progetto proposto dalla Associazione L’Homme Armé