Nasce Nexo+

Con Nexo+ nasce una nuova piattaforma on demand dedicata a contenuti per un tempo libero di qualità con una vasta library di opere, balletti, concerti di musica classica in collaborazione con UNITEL

News
classica
Daniel Barenboim
Daniel Barenboim

Dopo Nexo Digital, operatore specializzato nella trasmissione di eventi musicali nelle sale cinematografiche, nasce Nexo+, una nuova piattaforma on demand dedicata a contenuti di qualità con una vasta library di concerti, musica, opera, balletto, teatro, masterclass, ma anche film d’autore, contenuti d’arte, documentari e approfondimenti culturali. La piattaforma Nexo+ è un progetto Nexo Digital sostenuto dai media partner Radio DEEJAY, Radio Capital, Rockol.it, Classic Voice, Danza&Danza e ARTE.it.

“Come Nexo Digital siamo, per natura, degli sperimentatori. – spiega Franco di Sarro, amministratore delegato di Nexo Digital. “Sin dal 2010 ci siamo concentrati su programmazioni e contenuti totalmente diversi da quelli tradizionali delle sale cinematografiche. Oggi vogliamo confermare quell’impegno, proponendo una piattaforma che possa distinguersi per tipologia dei contenuti e scelta editoriale. Nexo+ nasce per essere fantasiosa: una piattaforma in grado di stimolare la curiosità e gli interessi dei suoi spettatori attraverso percorsi editoriali inediti.”

Grazie alla partnership con il colosso tedesco UNITEL, Nexo+ sarà in grado di offrire a tutti gli appassionati un luogo digitale dove trovare, proposte in specifiche playlist in costante aggiornamento, con una ricca offerta di contenuti musicali e coreografici internazionali in costante aggiornamento.

Fra i contenuti musicali offerti da Nexo+ spiccano una serie di 15 concerti dal Festival di Salisburgo 2020 con i Wiener Philharmoniker diretti da Andris Nelsons, Christian Thielemann e Gustavo Dudamel fra gli altri, concerti dei pianisti Martha Argerich e Igor Levit, e recital di Juan Diego Flórez e di Sonya Yoncheva. Disponibili inoltre l’integrale delle 32 Sonate per pianoforte di Ludwig van Beethoven con Daniel Barenboim, presente anche con i Trii di Beethoven accanto al figlio Michael al violino e Kian Soltani al violoncello, oltre al documentario “Barenboim or The power of music” realizzato nel 2017 per il 75 esimo compleanno del Maestro. Ricca anche l’offerta di lirica con l’Aida di Verdi registrata al Festival di Salisburgo del 2017 con Anna Netrebko protagonista e la direzione di Riccardo Muti accanto a classici come La Bohème di Puccini nella storica regia di Franco Zeffirelli del 1965 con Mirella Freni e Gianni Raimondi protagonisti e Il barbiere di Siviglia con Hermann Prey e Teresa Berganza diretto da Claudio Abbado con la regia di Jean-Pierre Ponnelle.

Grandi classici anche per il balletto con Romeo e Giulietta di Sergej Prokof’ev con il Stuttgarter Ballett e la coreografia di John Cranko, il Don Chisciotte allestito da Rudolf Nureyev con le coreografie di Manuel per il Wiener Staatsballett, oltre a Lago dei Cigni e Lo Schiaccianoci con il Wiener Staastballet nelle versioni di Rudolf Nureyev.

Secondo Guido Casali, direttore di Nexo+, la nuova piattaforma “è una creatura appena nata, ma in ostinata e rapida crescita ed evoluzione: nuovi contenuti, nuovi mondi, nuove collaborazioni, nuove produzioni

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Presentata a Venezia la nuova stagione del Centro di musica romantica francese: si apre con la musica all’epoca di Napoleone Bonaparte

classica

Si svolgerà giovedì 16 settembre all’Università “La Sapienza” di Roma

classica

Al via il 21 settembre la XXVII edizione dedicata a Beethoven | IN COLLABORAZIONE CON RASSEGNA MUSICA E LETTERATURA