Nasce FLO.RE. Festival

Per la sua X edizione “IMOC Festival” diventa “FLO.RE. Festival”, offrendo fino al 14 luglio concerti, talk e laboratori in diversi luoghi di Firenze

News
classica
Leonora Armellini (foto Lodovica Barbiero)
Leonora Armellini (foto Lodovica Barbiero)

In occasione della sua decima edizione, “IMOC Festival” diventa “FLO.RE Festival”, presentando fino al 14 luglio in sette diversi luoghi della città di Firenze numerosissimi ospiti, fra cui Leonora Armellini, Pier Narciso Masi, Ganesh Del Vescovo, il Trio Resonare, Andrea Manco, Fabrizio Meloni e Andreas Macco, solo per citarne alcuni.

Un vero e proprio festival diffuso, quello organizzato dal Centro Studi Musica & Arte con la direzione artistica di Stefania Di Blasio e la direzione generale di Simone Paiano, composto da oltre venti appuntamenti e molte novità, tra rassegne di musica da camera, interventi musicali gratuiti, talk e laboratori per i più piccoli.

A ospitare il ricco programma sono sette differenti location, luoghi fra i più suggestivi della città di Firenze quali l’Institut français de Florence, il Salone Brunelleschi dell’Istituto degli Innocenti, il Museo Stibbert, il Loggiato del Museo del Novecento, il Cortile di Michelozzo di Palazzo Medici Riccardi, il Giardino dell’Orticoltura e la Sala Dino Campana della Biblioteca delle Oblate.

Fra le principali novità, FLO.RE. Festival propone tre diverse rassegne di concerti di musica da camera pensate per valorizzare la tradizione, promuovere il talento delle giovani eccellenze e offrire un programma di qualità che da sempre ospita artisti e maestri di fama nazionale e internazionale.

“Oltre la voce” è un la rassegna dedicata alla grande tradizione del capoluogo toscano rappresentata dalla prima forma d’Opera nata in seno alla Camerata dei Bardi di Firenze, proponendo quindi un’esplorazione del potere evocativo della parola in musica e della vocalità. Tra i diversi appuntamenti si segnalano il 2 luglio “Omaggio a Puccini” con Olha Smokolina, Oronzo D’Urso, e Umberto Cipolla (Institut français de Florence, ore 21) e il 12 luglio “Poesia in Musica: liederistica per basso-baritono e pianoforte”, da Brahms a Schubert, con Andreas Macco, Gisèle Ortrun Grahe (Salone Brunelleschi, Istituto degl’Innocenti, ore 21).

Con “Concerti in Divenire”, invece, rinomati esecutori saranno i protagonisti di concerti-esperienze nei quali regaleranno emozioni sempre nuove grazie a programmi d'eccezione e al loro talento. In programma, l’11 luglio, il “Recital pianistico di Leonora Armellini” (Salone Brunelleschi, Istituto degl’Innocenti, ore 21) e il 14 luglio si conclude il festival con il “Recital chitarristico di Ganesh Del Vescovo” (Museo del Novecento, Loggiato interno, ore 21).

“L’Italia che emerge” vuole invece dare spazio alle giovani promesse italiane, artisti giovani under 35 che si stanno distinguendo grazie al loro talento. Tra i concerti in programma in luglio segnaliamo il “Recital Pianistico di Beniamino Iozzelli” (4 luglio), il 6 luglio il Quartetto Cherubini composto da Simone Brusoni, Cristiana Deluca, Leonardo Cioni e Ruben Marzà con “Sax on screen”, un curioso viaggio nella storia del grande e piccolo schermo, sulle più celebri colonne sonore di musical, cinema e serie tv, e l’8 luglio “Incanto d’Orfeo” con Teodora Tommasi, Enrico Busia, Matteo Saccà, Rossella Pugliano e Dimitri Betti, con un programma basato sulle opere fiorentine di inizio Seicento dedicate al Mito di Orfeo ed Euridice, con un omaggio all’Orfeo monteverdiano e con intermezzi strumentali.

Infine, con “Concerti in Divenire” rinomati esecutori saranno i protagonisti di concerti-esperienze nei quali regaleranno emozioni sempre nuove grazie a programmi d'eccezione e al loro talento. In programma, l’11 luglio, il “Recital pianistico di Leonora Armellini” (Salone Brunelleschi, Istituto degl’Innocenti, ore 21) e il 14 luglio si conclude il festival con il “Recital chitarristico di Ganesh Del Vescovo” (Museo del Novecento, Loggiato interno, ore 21).

Completano il programma “Musica in città” – tre eventi musicali tutti a ingresso libero – tre “Open Talk” nella sala Dino Campana della Biblioteca delle Oblate (tutti alle ore 10), su temi quali “Tutela dell’ambiente ed Ecosostenibilità” (5 luglio), “Discriminazione delle arti” (9 luglio) e “Inclusione, Cura e Musica” (13 luglio), oltre a sette “Laboratori musicali per i più piccoli” realizzati da esperti operatori del Centro Studi Musica & Arte in biblioteche di Firenze, Scandicci e Sesto Fiorentino.

Per informazioni visitare il sito: www.floremusicfestival.it.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

La SWR Symphonieorchester conferma l’impegno con il direttore francese destinato a succedere a Currentzis dalla stagione 2025/26

classica

Il 23 luglio un esclusivo concerto per pianoforte, orchestra ed elettronica con lo YAS String Quintet

classica

Dal 26 luglio all’11 agosto un ricco cartellone dedicato al tema “Memoria e Speranza”