L’ottava edizione del Guardiagrele Opera Abruzzo Festival

Tra luglio e agosto 2022 in scena opere di Tomaso Albinoni, Giuseppe Verdi e Philip Glass

News
classica
“Didone ed Enea”, Guardiagrele Opera Abruzzo Festival 2021
“Didone ed Enea”, Guardiagrele Opera Abruzzo Festival 2021

L’edizione 2022 del Guardiagrele Opera Abruzzo Festival si annuncia ricca e stimolante, con un’offerta in grado di accontentare un pubblico vasto ed esigente insieme. Tre le opere di questa ottava edizione, che coprono le epoche musicali differenti di cui rappresentano capolavori indiscussi, a partire dall’appuntamento previsto per il 21 luglio con Il nascimento dell’Aurora di Tomaso Albinoni, nell’esecuzione dei Solisti Veneti diretti da Giuliano Carella che verrà poi ripresa nella stagione dei Solisti Veneti a Villa Maser e Villa dei Vescovi. Si prosegue il 31 luglio, con il Rigoletto di Verdi in un allestimento nuovo e originale per la regia di Renato Bonajuto, mentre il 18 agosto andrà in scena terza opera in cartellone rappresentata da Les enfants terribles di Philip Glass, con la regia di Aldo Tarabella.

I giovani cantanti che ricopriranno i ruoli delle opere, attraverso la partecipazione all’opera studio, sono stati selezionati nelle audizioni tenute all’inizio di maggio a Roma presso il Conservatorio di Santa Cecilia.

Nata nel 2015 da una intuizione del direttore d’orchestra Maurizio Colasanti e del dottor Antonello Lupiani, Guardiagrele Opera Abruzzo ha in seguito trovato una collaborazione preziosa nel soprano Susanna Rigacci, voce prediletta di Ennio Morricone. La formula dell’opera studio, sotto la direzione di Susanna Rigacci e Maurizio Colasanti, ha permesso di formare e lanciare moltissimi giovani cantanti. Da sempre sinonimo di qualità e innovazione, nel 2018 il GO Abruzzo Festival è stato incluso tra i progetti riconosciuti nell’ambito dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale.

Nel corso delle precedenti edizioni si sono avvicendati sul palcoscenico di GO registi di fama e di talento, come Enzo Decaro, Enrico Stinchelli, Manu Lalli, Alberto Paloscia, Vanessa Gravina, Aldo Tarabella, Leandro Amato, nonché direttori d’orchestra come Mariusz Smolj, Jan Zarzycki, Sensoy Hakan e Oliver Weder, che insieme a Maurizio Colasanti hanno diretto le opere liriche proposte in questi anni.

Per informazioni: www.guardiagreleopera.it.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Il Festival dal 16 luglio al 9 settembre

classica

Dopo l’estromissione di Ruth Mackenzie nel 2020, a sorpresa lascia il teatro anche l’attuale direttore Thomas Lauriot dit Prévost

classica

A Torino e Milano dal 5 al 25 settembre