La nuova stagione di Lingotto Musica

14 concerti dall’11 ottobre 2022 al 16 maggio 2023, inaugura Jordi Savall con Le Concert des Nations

News
classica
Jordi Savall
Jordi Savall

Sarà inaugurata l’11 ottobre con protagonista la formazione Le Concert des Nations diretta da Jordi Savall la nuova stagione 2022-23 di Lingotto Musica, che prevede un’offerta di 14 appuntamenti di respiro internazionale con formazioni e artisti di grande levatura, nonché sorprendenti stelle di domani, che abbraccerà repertori sinfonici, sacri e cameristici d’ogni epoca e provenienza, confermando ancora una volta l’eccellenza della programmazione musicale offerta dall’Associazione torinese. Il cartellone sarà composto da 14 concerti in serata unica (sempre alle 20.30), suddivisi nei tradizionali cicli I Concerti del Lingotto e Lingotto Giovani, a cui si aggiungeranno anche quest’anno rassegne collaterali, conferenze e iniziative di formazione e divulgazione dedicate ai giovani, ai giovanissimi e alle loro famiglie.

Sir John Eliot Gardiner
Sir John Eliot Gardiner

Pensando al programma de I Concerti del Lingotto, oltre a Jordi Savall e Le Concert des Nations troviamo graditi ritorni per Sir John Eliot Gardiner con i suoi English Baroque Soloists e Monteverdi Choir, la Camerata Salzburg e la Deutsche Kammerphilarmonie di Brema diretta da Paavo Järvi. In cartellone anche un omaggio al pianista ungherese György Cziffra con la Cziffra Festival Chamber Orchestra diretta da Gábor Takács-Nagy e la proiezione del docufilm “Il virtuoso”, realizzato per il centenario della nascita del grande pianista ungherese (2021) nell’ambito del György Cziffra Memorial Year. In programma, inoltre, un medaglione mozartiano dedicato alle sue Sinfonie con Il Pomo d’Oro diretto da Maxim Emelyanychev e l’Orchestra da Camera di Mantova. Fra i solisti d’eccezione incontriamo i pianisti János Balázs, Hélène Grimaud, Alexandra Dovgan, l’oboista Ivan Podyomov e i violoncellisti Giovanni Sollima e Sol Gabetta, tra i protagonisti degli otto appuntamenti de I Concerti del Lingotto all’Auditorium «Giovanni Agnelli» (via Nizza 280, Torino).

Veriko Tchumburidze
Veriko Tchumburidze

Venendo a Lingotto Giovani, troviamo alcuni dei migliori talenti emersi negli ultimi anni nei concorsi internazionali e premi più prestigiosi, protagonisti della rassegna cameristica articolata in sei concerti della durata di un’ora, ospitati nella Sala 500 del Lingotto (via Nizza 280) e preceduti da una guida all’ascolto a cura dei migliori studenti del Corso di laurea in DAMS dell’Università di Torino. Per l’inaugurazione di questo cartellone, martedì 15 novembre, è stata chiamata la violinista turca di origini georgiane Veriko Tchumburidze, vincitrice a soli 20 anni del Concorso Henryk Wieniawski di Poznań nel 2016, in duo con la pianista connazionale Ketevan Sepashvili su sonate di Schubert e Schumann. Tra gli altri appuntamenti si segnalano martedì 13 dicembre e 24 gennaio i recital pianistici dei coreani Jae Hong Park, che si è aggiudicato il Primo premio al Concorso Ferruccio Busoni di Bolzano nel 2021, e Yunchan Lim, fresco di vittoria all’edizione 2022 del Concorso Van Cliburn di Fort Worth.

Tra le altre iniziative, nasce “Di suono in gioco”, rassegna di tre concerti domenicali nella Sala di Diana della Reggia di Venaria in collaborazione con De Sono e Venaria Reale, mentre vengono confermati i laboratori educational di “Mondo Coro” e il format per il web in tre puntate “I mille volti di Beethoven” dedicato al prof. Antonio Rostagno. Tutte le informazioni sul sito www.lingottomusica.it.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Concerto di beneficenza in memoria della pianista

classica

Ritorna dal 3 all’11 settembre la manifestazione promossa a Padova da Barco Teatro

classica

Dal 28 agosto torna il festival elbano con il ritorno di Martha Argerich e la "prima volta" di Mischa Maisky