Kristina Hammer è la nuova Presidente del Festival di Salisburgo

A partire da gennaio sostituirà Helga Rabl-Stadler, in carica da 27 anni

News
classica
Kristina Hammer
Kristina Hammer

Il Consiglio di indirizzo del Festival di Salisburgo ha eletto con voto unanime Kristina Hammer nuovo Presidente del Festival di Salisburgo. La neo Presidente è stato scelta fra 32 candidati, tutti altamente qualificati e con progetti interessanti, secondo quanto dichiarato dal Presidente del Consiglio di indirizzo Jürgen Meindl, ma a imporsi è stata la sua “straordinaria carriera professionale, la sua presentazione del programma e la vasta esperienza e rete internazionale”. Proprio sul suo profilo internazionale si conta “per internazionalizzare ulteriormente il Festival di Salisburgo, per assicurare, affinare ed espandere lo speciale prestigio associato al marchio del Festival di Salisburgo e dimostrare la determinazione di affrontare e padroneggiare le nuove sfide che il Festival di Salisburgo deve affrontare come il principale festival classico al mondo”, secondo quanto dichiarato da Wilfried Haslauer, governatore della regione di Salisburgo.

Nata nella Svizzera tedesca, con studi giuridici e aziendali a Mainz e dottorato in diritto commerciale europeo all’Università di Vienna alle spalle, l’imprenditrice Kristina Hammer ha fondato oltre dieci anni a Zurigo fa la HammerSolutions, società di consulenza strategica specializzata nella costruzione e nel riposizionamento di marchi e nella progettazione di strategie di comunicazione esterna e interna. In precedenza, ha accumulato una lunga esperienza in posizioni di gestione operativa in Germania, Inghilterra e Austria. Oltre all’attività manageriale, è docente a contratto all'Università di San Gallo e al Politecnico di Zurigo. Dal 2019 è anche membro del consiglio degli Amici dell’Opera di Zurigo, dove è responsabile del marketing e della comunicazione. Ogni anno con la sua azienda sponsorizza un giovane partecipante all’International Opera Studio Zurich.

La nuova Presidente assumerà l’incarico a partire dal prossimo 1 gennaio; il suo mandato avrà una durata di cinque anni, fino al 31 dicembre 2026. Con tale nomina, arriva a conclusione la lunghissima presidenza al Festival di Salisburgo di Helga Rabl-Stadler incarica dal gennaio del 1995. Nei 27 anni di permanenza in carica, Rabl-Stadler ha collaborato con numerose personalità che si sono succedute alla direzione artistica: Gerard Mortier, con il quale si ricordano i frequenti scontri, Peter Ruzicka, Jürgen Flimm, Alexander Pereira, Sven-Eric Bechtolf e Markus Hinterhäuser in carica dal 2017. Per questo suo lungo servizio al Festival di Salisburgo, Helga Raubl-Stadler ha ricevuto un ringraziamento speciale da parte del Consiglio di indirizzo.

Accanto al direttore artistico Markus Hinterhäuser e il direttore amministrativo Lukas Crepaz, la nomina di Kristina Hammer completa la triade del “Direktorium”, l’esecutivo del Festival di Salisburgo, formato, che gestirà il più importante festival austrico e uno dei più importanti in Europa nelle prossime stagioni.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

In programma La favorite, L’ajo nell’imbarazzo e Chiara e Serafina a Bergamo fra il 18 novembre e il 4 dicembre 2022

classica

Dal 15 al 19 dicembre a Treviso, Legnago e Cortina d’Ampezzo tre concerti diretti da Donato Renzetti | IN COLLABORAZIONE CON MUSINCANTUS