James Gaffigan alla Komische Oper

Il direttore d’orchestra americano sostituirà Ainārs Rubiķis come direttore musicale del teatro berlinese dalla stagione 2023/24

News
classica
James Gaffigan (Foto David Kunz e Melchior Burgi)
James Gaffigan (Foto David Kunz e Melchior Burgi)

Sarà James Gaffigan il nuovo direttore musicale della Komische Oper di Berlino a partire dalla stagione 2023/24 in sostituzione dell’attuale direttore musicale Ainārs Rubiķis. L’annuncio è stato dato da Susanne Moser e Philip Bröking, il duo che guiderà il teatro lirico berlinese alla fine del mandato dell’attuale sovrintendente Barrie Kosky. L’incarico avrà una durata di quattro anni e si concluderà nell’estate del 2027. Presentata anche la nuova prima Kappelmeister del teatro, Erina Yashima, che assumerà l’incarico già all’inizio della prossima stagione, l’ultima nella storica sala della Behrenstrasse prima della chiusura per lavori, e assicurerà una transizione ordinata fra il direttore musicale uscente e il neonomimato Gaffigan.

Da questa stagione James Gaffigan è direttore musicale al Palau de les Arts Reina Sofía a Valencia, un ruolo che assomma a quello di direttore principale ospite alla Trondheim Symphony Orchestra and Opera e alla Netherlands Radio Philharmonic Orchestra oltre che direttore musicale della Verbier Festival Junior Orchestra. Fra il 2011 e il 2021 è stato direttore principale della Sinfonieorchester di Lucerna. Nato a New York nel 1979, James Gaffigan si è imposto al Concorso internazionale di direzione d’orchestra “Sir Georg Solti” del 2004, cui ha fatto seguito fra il 2007 e il 2009 l’incarico di direttore associato della San Francisco Symphony, un posto creato per lui da Michael Tilson Thomas. James Gaffigan è stato ospite frequente nella capitale tedesca, dove nello scorso dicembre ha diretto alcune recite di Don Carlosdi Verdi mentre è atteso alla Pierre Boulez Saal il prossimo 9 gennaio per dirigere un concerto con la Staatskapelle di Berlino. Nel commentare il nuovo incarico, James Gaffigan ha sottolineato gli aspetti comuni fra la sua città natale e Berlino: “entrambe le città sono aperte a tutte le persone, indipendentemente dall'origine culturale o sociale, dal sesso o dall'identità. E nel cuore di questa città si trova la Komische Oper Berlin, un centro culturale unico che è un luogo di rifugio per persone provenienti da tutto il mondo e - a seconda delle esigenze - offre concerti o teatro musicale, intrattenimento o stimolo, riflessione o ispirazione.”

Klaus Lederer, Ministro alla Cultura e all’Europa della Città stato di Berlino e Presidente della Fondazione “Oper in Berlin”, ha sottolineato come l’annunciata chiusura del teatro nel 2023 per lavori “sarà una grande occasione per James Gaffigan e il team direttivo di realizzare progetti straordinari in luoghi straordinari, scoprendo e conoscendo così nuovi aspetti di Berlino.”

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Protagonista di un concerto tenuto lo scorso 14 gennaio, Lyniv nel 2022 dirigerà le opere Iolanta e Andrea Chénier, oltre a tre concerti sinfonici.

classica

Il chitarrista, saggista e didatta è scomparso a Vercelli il 14 gennaio all’età di 80 anni

classica

A Padova due concerti dell’Orchestra di Padova e del Veneto diretti da Marco Angius per la seconda serie di “Migrazioni” su Rai5