Imai Mio vince il Piccolo Violino Magico

Primo premio alla giapponese Imai Mio che trionfa al Concorso Internazionale per giovani talenti del violino

News
classica
Imai Mio
Imai Mio

Una finale tutta al femminile per il Piccolo Violino Magico, il Concorso Internazionale organizzato dall’Accademia d’Archi Arrigoni e rivolto ai giovanissimi talenti dell’archetto provenienti da tutto il mondo. Domenica 9 luglio si sono sfidati sul palco dell’Auditorium Comunale di San Vito al Tagliamento i quattro giovani finalisti, under 13 anni. Una serata molto seguita dal pubblico in sala che ha visto sfidarsi, insieme alla vincitrice Imai Mio, classe 2010, l’australiana Jayda Lu (2011), la coreana Kim Yeonah (2014) e la statunitense Song Elizabeth (2009). Le finaliste hanno eseguito un brano d’obbligo e uno libero, accompagnate dalla FVG Orchestra diretta dal maestro Giancarlo Guarino. 

 

IL PODIO

La giuria internazionale, presieduta dal violinista Pavel Vernikov, direttore artistico del Concorso, ha assegnato il terzo premio a pari merito a Elizabeth Song e Jayda Lu; il secondo premio a Kim Yeonah, la concorrente più giovane del concorso che si è aggiudicata un premio in denaro di 3.000 euro e il premio del pubblico; il primo posto a Imai Mio, vincitrice del Concorso, destinataria della borsa di studio del valore di 5.000 euro e il dono di un pregiato violino del liutaio Fabio Piagentini di Lucca, costruito con l'abete di risonanza delle foreste tarvisiane. La vincitrice sarà inoltre chiamata a esibirsi in un concerto della stagione 2023/2024 dell’Accademia d’Archi Arrigoni e in altre stagioni musicali. 

 

PREMI SPECIALI

Tantissimi anche i premi speciali: Premio CIDIM, assegnato a Zulfikar Sofia, Nygard Patrick e Slobodyanyuk Andrei; Premio Pitars, per il brano virtuosistico nel primo round, attribuito a Pini Leone; Premio Alema, per la miglior esecuzione del concerto di Mozart, assegnato a Yang Qingyuan; Premio Cividini-Beggiato per la miglior esecuzione del brano “Magic Violin Dance” composto per l’occasione da Cristian Carrara, conferito a Erokhin Gomez Alexander; Premio UTE per la miglior esibizione nel concerto al Castello di San Vito al Tagliamento, attribuito a Lee Noah, Gu Chelsea e Sofia Rodriguez. L’UTE ha donato inoltre a tutti i partecipanti il volume “La bottega di Pomponio” di Antonio e Roberta Garlatti, mentre l’azienda produttrice di corde da violino LARSEN ha fornito a tutti i partecipanti una muta di corde “Larsen aurora”.

 

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Firenze: Gatti, Mehta, Roberto Abbado, Lanzillotta...

classica

Avilliana il 21 giugno al Teatro Romano

classica

Dalla classica al jazz, dal pop alla musica etnica, dal teatro musicale alla world music, dal 3 luglio all’11 settembre il 24° ERF perseguirà una nuova definizione di classico con 55 appuntamenti.