Guggeis direttore musicale all’Oper Frankfurt

Thomas Guggeis prenderà il posto di Sebastian Weigle a partire dalla stagione 2023/24

News
classica
Thomas Guggeis (foto Matthias Baus)
Thomas Guggeis (foto Matthias Baus)

Sarà Thomas Guggeis il nuovo direttore musicale dell’Oper Frankfurt a partire dalla stagione 2023/24, quando scadrà il contratto di Sebastian Weigle, in carica fin dalla stagione 2008/09. L’impegno con il teatro, che prevede anche la direzione artistica della Frankfurt Opern- und Museumorchester, l’orchestra in forza al teatro con una propria stagione concertistica all’Alte Oper, prevede un impegno per 35 serate d’opera fra nuove produzioni e riprese e 5 concerti (per due performance) in ognuna delle cinque stagioni di durata del contratto. Grande soddisfazione ha espresso il sovraintendente dell’Oper Frankfurt, Bernd Loebe, in carica fin dalla stagione 2002/03, che ha dichiarato: «È un eufemismo parlare di lui come di un talento unico. Nonostante la sua giovane età Thomas Guggeis non è più solo un talento, è straordinariamente avanzato in tutto ciò che ci si aspetta da un direttore d’orchestra in una posizione così importante. Ha un'idea musicale per ogni opera, che può implementare tecnicamente e senza sforzo, portandola in vita con emozione ed empatia sia nei confronti dell'orchestra che dei solisti».

Nativo della Baviera con studi in direzione d’orchestra a Monaco e a Milano (fra i suoi maestri anche Vittorio Parisi e Gianandrea Noseda), del ventottenne Thomas Guggeis fece scalpore nel 2018 la direzione musicale della Salome alla Staatsoper di Berlino, nella quale aveva sostituito l’indisposto Christoph von Dohnanyi con un preavviso di sole poche ore. Già assistente musicale di Daniel Barenboim a Berlino, dopo l’incarico di Kapellmeister alla Staatsoper di Stoccarda assunto nel 2017, Thomas Guggeis è stato nominato Staatskapellmeister alla Staatsoper Unter den Linden di Berlino nell'autunno del 2020, titolo onorario conferitogli dalla Staatskapelle di Berlino, per il quale risulta a tutt’oggi il più giovane direttore d’orchestra. Nello scorso giugno, Thomas Guggeis ha diretto la Verdi a Milano nel programma “Serenate estive” con musiche di Copland, Čajkovskij e Brahms, dopo aver diretto la stessa orchestra in un concerto beethoveniano di Capodanno senza il pubblico nello scorso dicembre.

Soddisfatto del nuovo incarico anche Guggeis, che ha dichiarato: «Sono estremamente felice di iniziare a lavorare con l’Opern- und Museumsorchester, l'Ensemble, il Coro e la direzione artistica dell’Oper Frankfurt guidata dal sovraintendente Bernd Loebe dal 2023, continuando a creare un teatro musicale innovativo al più alto livello. Le basi di ciò che è già stato raggiunto, la curiosità creativa dei musicisti, lo spirito nell’ensemble e nel teatro, e le stimolanti scelte registiche sono i presupposti ideali perché l’opera risponda alle domande attuali al più alto livello ed ispiri il pubblico».

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Una nuova stagione concertistica all’Auditorium Lo Squero e diversi concerti di musiche orientali

classica

L’attuale sovraintendente della Staatsoper di Berlino sostituirà Andreas Homoki all’Opernhaus di Zurigo dal 2025

classica

A Salisburgo presentato il programma del Festival di Pentecoste diretto da Cecilia Bartoli che sarà dedicato alle musiche ispirate alla città iberica