Filarmonica alla francese

Milano: la stagione della Filarmonica della Scala

News
classica
La Filarmonica della Scala con Chailly (Foto Giovanni Hanninen)
La Filarmonica della Scala con Chailly (Foto Giovanni Hanninen)

Dopo il concerto del 1° ottobre della Filarmonica della Scala dedicato a Berlioz, sul podio Andrés Orozco-Estrada, col soprano Christiane Karg (Le Carnaval romainLes nuits d’été, Symphonie fantastique), anche l'inaugurazione della stagione 2024 sarà improntata al repertorio francese. Riccardo Chailly, direttore principale dell'orchestra, il 15 gennaio affronterà Une barque sur l'océan di Ravel, Et exspecto resurrectionem mortuorum di Messiaen e Daphnis et Chloé di Ravel; in parte francese anche l'appuntamento del 4 marzo con Philippe Jordan sul podio per Prélude a l'après-midi d'un faune di Debussy e il Concerto per pianoforte di Ravel con solista Bertrand Chamayou (oltre a Quadri di un' esposizione di Musorgskij). Il 18 marzo Matthias Pintscher invece dirigerà Masques et bergamasques di Fauré e La mer di Debyussy, oltre a Le chant du rossignol di Stravinskij e Mar’eh dello stesso Pintscher (solista il violinista Ilya Gringolts).

Se per il programma completo è da consultare il sito, da segnalare il ritorno di Daniel Barenboim il 29 gennaio per la Sesta e la Settima di Beethoven, quello di Myung-Whun Chung l'8 aprile per la Terza di Schubert e la Sesta di Bruckner, compositore che affronta per la prima volta con l'organico scaligero. Non che il 4 novembre Fabio Luisi, per il Concerto per pianoforte n. 20 di Mozart (solista Imogen Cooper) e l'inizio di un percorso straussiano con Till Eulenspiegels lustige Streiche abbinati alla suite dal Rosenkavalier. Lo stesso Chailly tornerà il 13 maggio col Concerto n. 1 per pianoforte di Čajkovskij (solista Alexander Malofeev) e la Terza di Prokof’ev. Mentre in autunno arriverà Giovanni Sollima, per la prima volta anche in veste di direttore e solista, per le sue Folktales, il Concerto n. 2 per violoncello e alcuni estratti dai Canti scozzesi di Haydn.

La tradizionale ospitalità ad un'altra orchestra nella stagione della Filarmonica, il 26 febbraio 2024 sarà per l'americana National Symphony Orchestra, diretta da Gianandrea Noseda, per la prima esecuzione italiana del Concerto per orchestra di Carlos Simon, il Quarto concerto per pianoforte di Beethoven (solista Seong-Jin Cho) e la Quinta di Šostakovič.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Chailly resta fino al 2026

classica

Giovedì 18 aprile all’Auditorium “Toscanini” di Torino il concerto in diretta su Rai Radio3 e in live streaming su Rai Cultura, replica venerdì 19 aprile

classica

A Firenze Turandot e Tosca