Elba Isola Musicale d’Europa

Dal 26 agosto al 12 settembre la XXV edizione del festival che quest’anno omaggia Piazzolla, Napoleone e Dante

News
classica
Yuri Bashmet - Solisti di Mosca Elba Isola Musicale d’Europa
Yuri Bashmet - Solisti di Mosca

Il cartellone della XXV edizione di “Elba Isola Musicale d’Europa”, festival che si terrà da 26 agosto al 12 settembre, si propone come una significava sintesi capace di coniugare la presenza di numerosi artisti italiani e stranieri con la celebrazione di figure quali Piazzolla, Napoleone e Dante, personaggi al centro di importanti anniversari.

Confermando la propria vocazione internazionale e, al tempo stesso, radicandosi in un’isola diventata così sempre più musicale, anche per questo 2021 la manifestazione guidata da George Edelman offre 18 giorni di musica, con i ritorni di artisti di fama mondiale, le presenze di musicisti che con questo festival hanno costruito nel tempo un legame consolidato e di altri che si apprestano a calcarne il palcoscenico per la prima volta.

«Sarà un’edizione di anniversari importanti: oltre ai nostri 25 anni, celebreremo i 200 anni dalla morte di Napoleone e i 700 anni dalla morte di Dante», racconta il direttore artistico George Edelman, ideatore e cofondatore della manifestazione. «Il Festival è stato pensato sin dall’inizio per inserirsi armonicamente nel contesto ambientale e storico dell’isola – prosegue Edelman –  e più che mai oggi il nostro impegno è diretto su tematiche come la sostenibilità e la connessione con il territorio. I nostri concerti si svolgono, in genere, nel tardo pomeriggio, in luoghi estremamente suggestivi, nel solco della reciproca valorizzazione tra musica, natura e storia, sempre nella prospettiva di coinvolgere l’intero territorio elbano. In tutti questi anni, si è creato un rapporto bellissimo tra il pubblico e gli artisti ospiti: all’Elba arrivano per il Festival musicisti provenienti da varie parti del mondo e rimangono sull’isola per diversi giorni, entrando così in sintonia con l’ambiente circostante e con il pubblico. Ciò permette allo stesso pubblico di vivere la musica in modo particolarmente coinvolgente, unico».

Gidon Kremer e Kremerata Baltica - Elba Isola Musicale d’Europa
Gidon Kremer e Kremerata Baltica (foto Angie Kremer Photography)

Si comincia giovedì 26 agosto a Portoferraio (Villa Romana della Linguella, sede principale del Festival) con Gidon Kremer e la sua Kremerata Baltica: il violinista lettone celebrerà nella speciale occasione la ricorrenza dei 100 anni dalla nascita di Astor Piazzolla, rendendo sentito omaggio a colui che con il suo ingegno visionario ha rivoluzionato il tango (solisti: Per Arne Giorvigen al bandoneon, Andrei Pushkarev al vibrafono). Pochi giorni dopo, mercoledì 1 settembre, l’Elba potrà salutare anche il ritorno di un’altra grande artista: Martha Argerich. La pianista argentina eseguirà prima il Quintetto per pianoforte e archi op. 44 di Schumann, insieme a David Grimal, Aki Saulière, Gyorgy Kovalev e Raphael Bell, e poi la versione per due pianoforti de La Sagra della Primavera di Stravinsky, affiancata dalla collega giapponese Akane Sakai.
In tema di debutti, il pianista Filippo Gorini, uno dei nomi nuovi del panorama pianistico internazionale, si esibirà sabato 28 agosto in duo con Aki Soulière e lunedì 30 agosto con il Quartetto Lyskamm, altro significativo esordio elbano.

Marta Argerich - Elba Isola Musicale d’Europa
Marta Argerich (foto Adriano Heitman)


Presenza ormai affezionata del Festival, il violoncellista americano Raphael Bell è il musicista che farà da trait d’union tra i tre concerti del 31 agosto (musiche di Beethoven e Mendelssohn), del 3 settembre (Purcell, Kodaly, Ravel e Richard Strauss) e del 5 settembre (Schulhoff); lo stesso giorno la pianista Alessandra Ammara, altra new entry, suonerà Beethoven con Michael Guttman e Jing Zhao. Cofondatore di “Elba Isola Musicale d’Europa”, insieme a George Edelman e a Massimo Scelza, Yuri Bashmet tornerà con I Solisti di Mosca la sera del 7 settembre e il giorno dopo per uno dei progetti danteschi.

Il violoncellista Giovanni Gnocchi sarà protagonista di due concerti: giovedì 9 settembre a Marciana (Fortezza Pisana) e venerdì 10 al Forte Longone, carcere di Porto Azzurro, insieme ai colleghi di strumento Mario Brunello e Jing Zhao (musiche di Bach, Silvestrov e Sollima per due e tre violoncelli). Mario Brunello, da sempre fedelissimo ospite di “Elba Isola Musicale d’Europa”, suonerà anche sabato 11 settembre all’Isola di Pianosa (Chiesa di San Gaudenzio, Campo nell’Elba) con il Coro Del Friuli Venezia Giulia, che debutterà al Festival e domenica 12 porrà il sigillo finale alla Villa Romana della Linguella di Portoferraio dividendo il palcoscenico, su musiche di Schubert, con Elena Garlitsky, Boris Garlitsky, Sào Soulez-Larivière, Jing Zhao, Mattia Riva e il soprano Mara Corazza, quasi tutti al proprio esordio all’Elba.

Il cartellone del festival annovera inoltre tre concerti jazz – Gabriele Mirabassi e Simone Zanchini il 27 agosto, il trio di Tcha Limberger il 29 e Fabrizio Bosso con il suo Spiritual Trio il 6 settembre – oltre a specifiche iniziative dedicate ai 200 anni dalla morte di Napoleone Bonaparte e ai 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. Per i dettagli del programma: www.elba-music.it.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Sono quattro quest’anno le operine presentate dal festival di Ascoli Piceno, di cui tre in prima esecuzione assoluta

classica

Il festival proporrà a Roma e Rieti il capolavoro di Menotti. 

classica

Il 4 ottobre con la Filarmonica della Scala per la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori Milano Monza Brianza