Eco all'opera

Alla Scala debutterà Il nome della rosa di Filidei

News
classica
Meyer e Filidei (Foto Brescia e Amisano)
Meyer e Filidei (Foto Brescia e Amisano)

La Scala nella stagione 2024-25 avrà come nuova opera in cartellone Il nome della rosa di  Francesco Filidei, tratta dal romanzo di Umberto Eco, coprodotta con l'Opéra National de Paris e il Carlo Felice di Genova. Il libretto è firmato dallo stesso Filidei insieme con Stefano Busellato e Pierer Sengers. Al loro fianco due dramaturghi: Hannah Dübgen e Carlo Pernigotti. Rispettando il gusto di Eco per la simmetria strutturale, l'opera sarà divisa in sette giornate, tre per il primo atto (al momento l'unico completato), quattro per il secondo. Entrambi gli atti avranno forma simmetrica, ogni scena sarà identificata da una nota (do, do diesis, re bemolle, re, ecc.) e quindi specularmente il ritorno al do. L'idea è quella di dar forma a un labirinto a forma di rosa. Nonostante questa griglia, Filidei assicura che ci saranno arie cantabili, anzi di voler organizzare degli incontri col pubblico per coinvolgerlo nella sua esperienza compositiva e recuperare il rapporto con il canto. Il nome della rosa sarà diretta da Ingo Metzmacher, per la regia firmata da Damiano Michieletto.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Firenze: Gatti, Mehta, Roberto Abbado, Lanzillotta...

classica

Avilliana il 21 giugno al Teatro Romano

classica

La Sessantesima  edizione del Macerata Opera Festival con Puccini e Bellini