CLASSXBATTLE, la Sinfonica Hip hop dell'Orchestra Senzaspine

News
oltre
classXbattle
classXbattle

Sabato 18 e domenica 19 maggio 2024, il palcoscenico del Teatro Duse di Bologna si trasformerà in un'arena di pura energia e creatività con CLASSXBATTLE, la sfida tra i più grandi compositori del passato rivisitata in chiave Hip hop, lanciata dall’Orchestra Senzaspine. Sul ring saliranno Mozart e Beethoven, per l’occasione interpretati da due famosi MC freestylers, Shekkero e Digiuno aka Socio, rispettivamente sostenuti dalle proprie crews.

Una battaglia acrobatica, combattuta a colpi di beatbox, freestyle e breakdance, con l’obiettivo di incoronare il nuovo re della scena. Da un lato la squadra filosofica di Beethoven, una crew solida che incarna l'Old School senza inutili fronzoli, dall'altro la crew di Mozart, egocentrica, effervescente e pronta a scatenare il caos con la sua energia contagiosa.

Accompagnati da ballerini e ospiti speciali, la sfida si tradurrà in una performance in puro stile Street Fighter. La Battle sarà gestita dal “Djrettore” Tommaso Ussardi, mentre il pubblico sarà parte integrante dello spettacolo.

CLASSXBATTLE si propone così come una sfida a ogni convenzione, dove la musica classica rivive sul palco della contemporaneità alla presenza dei Freestylers Marco Serra, Fabrizio Corona, Filippo Tonini e Filippo Gamberini, e i Team Coreografici di KC Academy Bologna.

Per tutti gli spettacoli della Stagione 2024, l’Orchestra Senzaspine offre un innovativo sistema di diffusione audio che si collega agli impianti cocleari per favorire la fruizione degli spettacoli a un pubblico il più ampio possibile. Il servizio è accessibile tramite sistema Wifi.

Pronti per decidere chi sarà The New king?

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

oltre

Cinque iniziative da I Drammaturghi di Mimmo Paladino a Gradus, da Derby elettrico alla collana RPF Quaderni, fino alla ricorrenza Nono/Abbado

oltre

Fino al 25 maggio al MART di Rovereto con Uri Caine, Hamid Drake, William Basinski...

oltre

Città in note con il video-artist Andrew Quinn, e molto altro