Caruso 100 anni dopo

Concerti, concorsi, mostre, incontri per ricordare il tenore

News
classica
La presentazione delle Celebrazioni al San Carlo di Napoli
La presentazione delle Celebrazioni al San Carlo di Napoli

Iniziano il 25 luglio (ore 21) con un concerto al Maschio Angioino di Napoli le Celebrazioni per il centenario della scomparsa di Enrico Caruso, organizzate dal Comitato nazionale presieduto da Franco Iacono e approvate dal Ministero della Cultura. Titolo del concerto, “Bentornato Don Enrico”, curato da Federico Vacalebre.

Scopo delle celebrazioni, la realizzazione di una serie di iniziative distribuite nell’arco di tre anni con l’obiettivo di far conoscere al mondo e alle nuove generazioni il tenore napoletano, raccontandone le origini, la storia del suo successo e quanto abbia contribuito a renderlo ambasciatore nel mondo sia nel repertorio dell’opera lirica italiana sia per la canzone napoletana.

Il programma delle celebrazioni prevede una serie di iniziative raggruppate in tre categorie: Conversazioni, Espressioni ed Emozioni / Esposizioni, da tenersi nei luoghi carusiani per eccellenza: oltre Napoli, Lastra a Signa (FI), Torre del Lago (LU), Milano, Sorrento e Piedimonte Matese.

La sezione Conversazioni comprende Giornate di studi al Museo Caruso di Lastra a Signa e al Teatro San Carlo, con convegni, mostre e filmografie dedicati ai rapporti di Caruso con il Teatro alla Scala, Arturo Toscanini, Giacomo Puccini.

Per la sezione “Espressioni ed Emozioni” sono previsti concerti a Napoli, a Torre del Lago, a Milano, a Piedimonte Matese, a Sorrento e a Lastra a Signa. Sempre a Lastra a Signa, in settembre, si terrà anche il 45esimo Premio Caruso, con la premiazione di celebri nomi della lirica e la realizzazione di un concerto incentrato su arie d’opera, romanze classiche e canzoni napoletane.

A Napoli, nell’Hotel Vesuvio dove il tenore spirò, il primo agosto si terrà un reading con protagonisti Mariano Rigillo e Annateresa Rossini, cui seguiranno brani eseguiti da giovani tenori.

Il 2 agosto, giorno della morte di Caruso, nell’ambito del 67esimo Festival Puccini di Torre del Lago, la serata Caruso forever. Stefano Massini racconta la vita del tenore accompagnato dalla musica affidata a Marco Berti e Claire Coolen, con l’Orchestra del Festival di Puccini e la direzione di Alberto Veronesi. Sempre il 2 agosto, saranno officiate Messe in suffragio, a Napoli, presso la Cappella del Cimitero di Santa Maria del Pianto e a Lastra a Signa.

A Milano, il 27, 28 e 29 ottobre l’omaggio dell’Orchestra Verdi con il Requiem; in novembre, a Piedimonte Matese, concerto con il tenore Francesco Malapena, vincitore del Premio Caruso 2005; al pianoforte, Susanna Pescetti.

In autunno è previsto un “Omaggio a Caruso” dell’Orchestra Sinfonica dei Quartieri Spagnoli, nata da un progetto artistico e culturale basato sul sistema pedagogico – musicale creato in Venezuela da José Abreu.

La sezione “Esposizioni” comprende varie mostre. Tra luglio e agosto, a Palazzo Medici Riccardi di Firenze, la mostra “Costumi in scena: storie di teatro lirico al Museo Enrico Caruso”. Gli abiti di scena indossati da Caruso, Tamaki Miura, Leo Slezak e Giovanni Zenatello, restaurati per l'occasione, sono esposti per la prima volta al pubblico.

In novembre e dicembre un’altra mostra: “I Talenti Di Caruso”, con l’esposizione di disegni realizzati da Enrico Caruso. Si tratta di una serie di caricature e disegni realizzati tra l'inizio del Novecento e il 1921 che mettono in risalto le sue doti come disegnatore.

Ancora dedicato all’arte figurativa, “Caricaruso”: un’altra mostra promossa da Associazione Nazionale Case della Memoria in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano, che si terrà tra Torre del Lago e altre sedi. Nell’occasione saranno ospitati caricaturisti provenienti da tutto il mondo. Caruso è stato anche un eccellente caricaturista: per questo sarà omaggiato esponendo cinquanta opere, in collaborazione con l’Associazión Canaria de Humoristas Gráficos y Caricaturistas e l’appoggio della Federation Cartoonist Organisation.

Non mancano le iniziative rivolte ai giovani. Il Comitato ha previsto la realizzazione di un percorso sperimentale, d’intesa con il Liceo Artistico Boccioni-Pansini di Napoli, con l’organizzazione di studi seminariali destinati a docenti e allievi delle scuole secondarie di primo e secondo grado.  Lezioni che sfoceranno in un concerto finale previsto in dicembre, quando sarà anche consegnato Il Premio Caruso Junior.

 

 

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Dal 15 al 19 dicembre a Treviso, Legnago e Cortina d’Ampezzo tre concerti diretti da Donato Renzetti | IN COLLABORAZIONE CON MUSINCANTUS

classica

Saltati i concerti a Vienna e Monaco di Baviera e cambiato radicalmente il programma