Cambio della guardia al Beethovenfest

Dal 2022 Steven Walter prenderà il posto di Nike Wagner alla direzione del festival di Bonn

News
classica
Steven Walter (Foto Horst Rudel)
Steven Walter (Foto Horst Rudel)

Cambio di guardia al Beethovenfest di Bonn: dal 1 novembre 2021 il violoncellista Steven Walter prenderà il posto dell’attuale sovraintendente Nike Wagner, che ha ottenuto una proroga del suo mandato attuale e dunque si incaricherà di curare l’edizione 2021 e garantire continuità nella gestione. Il sindaco di Bonn, il cristiano democratico Ashok-Alexander Sridharan, nella sua funzione di Presiedente del Consiglio di vigilanza, ha voluto esprimere gratitudine a Nike Wagner per aver accettato di gestire la transizione, aggiungendo: “Sono convinto che con Steven Walter avremo un direttore molto impegnato, creativo e innovativo che continuerà a pensare al genere classico nello spirito di Beethoven.”

Il sovrintendente designato Steven Walter è nato a Stoccarda nel 1986 ma ha radici americane. Attivo sulla scena concertistica come violoncellista, nel 2009 Walter ha fondato il festival “Podium” di Esslingen, nei pressi di Stoccarda, avviato come progetto studentesco ma affermatosi nel corso del tempo come uno dei festival più innovativi nel panorama tedesco grazie alle forme originali e inedite di presentare la musica da camera dal vivo e online. Per l’anno beethoveniano, Walter ha lanciato il programma #bebeethoven mettendo insieme 12 compositori, esecutori e produttori musicali europei per portare l’esperienza della musica di Beethoven nel XXI secolo.

Come molti altri festival in Germania, l’edizione 2020 del Beethovenfest intitolata “Auferstehn, ja auferstehn” è stata annullata a causa della pandemia da Covid-19 e non è chiaro al momento se almeno alcuni degli eventi in programma potranno essere recuperati nel 2021 per il festival in programma dal 20 agosto al 10 settembre.

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

A Bergamo dal 16 novembre 2023 al 3 dicembre, “Il diluvio universale”, “Alfredo il Grande” e “Lucie de Lammermoor” oltre a “LU Opera Rave” e “Il piccolo compositore di musica” del maestro Mayr nel festival dedicato al compositore

classica

Aspettando la prima del Boris Godunov al Teatro alla Scala, il Museo del Fumetto di Milano propone una mostra fra opera e fumetti

classica

A Düsseldorf consegnati gli annuali premi tedeschi per il teatro. Ad Achim Freyer il premio per la carriera