Anche l’Opernhaus di Zurigo va online 

Un programma di produzioni di opera e balletto del teatro svizzero da domani a inizio giugno 

News
classica
Anche l’Opernhaus di Zurigo va online 
Il paese del sorriso (foto Opernhaus Zürich)

Anche l’Opernhaus di Zurigo annuncia un programma di proprie recenti produzioni in streaming gratuito da domani a inizio giugno. Le registrazioni verranno messe a disposizione sulla piattaforma Vimeo oltre che attraverso il sito del teatro www.opernhaus.ch

Questo il programma: 

  • 27-29 marzo – Il paese del sorriso (Lehár)
    dir.: Fabio Luisi – reg.: Andreas Homoki – con Piotr Beczala e Julia Kleiter
  • 5-11 aprile – Messa da Requiem (Verdi)
    dir.: Fabio Luisi – coreogr.: Christian Spuck 
  • 17-19 aprile – I Capuleti e i Montecchi (Bellini)
    dir.: Fabio Luisi – reg.: Christof Loy – con Joyce DiDonato e Olga Kulchynska
  • 24-26 aprile – Nussknacker und Mausekönig
    dir.: Paul Connolly – coreogr.: Christian Spuck 
  • 1-3 maggio – Nabucco (Verdi)
    dir.: Fabio Luisi – reg.: Andreas Homoki – con Michael Volle e Anna Smirnova 
  • 8-10 maggio – Romeo e Giulietta (Profof’ev)
    dir.: Michail Jurowski – coreogr.: Christian Spuck 
  • 15-17 maggio – Wozzeck (Berg)
    dir.: Fabio Luisi – reg.: Andreas Homoki – con Christian Gerhaher e Gun-Brit Barkmin 
  • 21-24 maggio – Werther (Massenet)
    dir.: Cornelius Meister – reg.: Tatjana Gürbaca – con Juan Diego Florez e Anna Stéphany 
  • 30 maggio-1 giugno – Rigoletto (Verdi)
    dir.: Fabio Luisi – reg.: Tatjana Gürbaca – con George Petean, Saimir Pirgu e Aleksandra Kurzak 

Le registrazioni saranno disponibili con sottotitoli in inglese, tedesco e francese. 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Anna Netrebko ha contratto il coronavirus durante alcune recite al Bolshoi di Mosca, Edita Gruberova ha cancellato il suo recital a Firenze

classica

Presentata la stagione 2020-2021, che segue le linee consuete, con qualche interessante novità

classica

Dopo la grave malattia che l’aveva costretta alla sospensione dalla direzione artistica del festival wagneriano, è stato annunciato il suo ritorno dal 21 settembre