Alla scoperta di “Fausto”

In uscita il 26 gennaio la prima registrazione mondiale dell’opera di Louise Bertin pubblicata da Bru Zane Label 

In collaborazione con Palazzetto Bru Zane
News
classica
Fausto- Les Talens Lyriques (foto Eric Larrayadieu)
Fausto- Les Talens Lyriques (foto Eric Larrayadieu)

In uscita venerdì 26 gennaio la prima registrazione mondiale di Fausto, opera semiseria in quattro atti di Louise Bertin su libretto della stessa compositrice e tradotto in italiano da Luigi Balocchi. Rappresentata per la prima volta al Théâtre-Italien di Parigi il 7 marzo 1831, l’opera ritorna a nuova vita grazie a questa edizione – registrata nella capitale francese alla Seine Musicale dal 15 al 18 giugno dello scorso anno e ora pubblicata grazie alle edizioni musicali Palazzetto Bru Zane – che vede Christophe Rousset alla guida dell’ensemble Les Talens Lyriques e del Flemish Radio Choir.

Intorno al 1825 Louise Bertin, allieva di Reicha e amica di Berlioz, affrontò la vicenda del Faust con tutta l’energia e la disinvoltura di una giovane donna appena ventenne. La compositrice superò tutte le aspettative del pubblico e conquistò la critica con la sua personalità. Grazie a un’orchestrazione piena di colori, cantabili affascinanti e cori vigorosi, Fausto aveva tutte le carte in regola per entrare stabilmente nel repertorio. La chiusura del Théâtre-Italien nel 1831 dopo tre sole rappresentazioni consegnò però questa partitura all’oblio, abbandonata per quasi due secoli nei depositi della Bibliothèque nationale de France.

Fausto- Les Talens Lyriques (foto Eric Larrayadieu)

L’opera fu rappresentata per la prima volta con un tenore nei panni del protagonista, ruolo originariamente concepito però per il mezzosoprano Rosmunda Pisaroni. È questa prima versione – mai eseguita durante l’intera vita della compositrice – che Christophe Rousset propone in questa occasione grazie a una registrazione integrale realizzata con strumenti storici e con protagonisti artisti quali Karine Deshayes, Karina Gauvin, Ante Jerkunica, Nico Darmanin, Marie Gautrot, Diana Axentii e Thibault de Damas. Ancora una volta, quindi, Les Talens Lyriques si uniscono al Palazzetto Bru Zane per riscoprire un’opera francese dimenticata.

Il doppio CD è completato dai testi di presentazione di Céline Frigau Manning, Hélène Cao e Alexandre Dratwicki redatti in francese e in inglese, oltre al libretto in italiano, francese e inglese. La registrazione è disponibile in download e streaming sulle piattaforme digitali, con libretto scaricabile online. Tutte le informazioni disponibili sulla pagina dedicata del sito www.bru-zane.com.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Il 22 febbraio in diretta su Radio3 e il 23 anche in live streaming, in programma il 1° Concerto per pianoforte di Brahms, solista Dmytro Choni

classica

Annunciato alla Bit di Milano il programma 2024 del Luglio Musicale Trapanese titolato "Favole, fiabe e altri racconti…"

classica

Fino ad aprile i corsi offrono residenze artistiche di 5 giorni e a febbraio il webinar “Training Course for Quartets On Sustainable Events”