Alla Fenice una stagione di anniversari

Numerosi gli omaggi della stagione lirica e sinfonica da Giacomo Puccini e Arnold Schönberg, a Luigi Nono, Gian Francesco Malipiero e Anton Bruckner

News
classica
Bozzetto di Paolo Fantin per Les Contes d’Hoffmann
Bozzetto di Paolo Fantin per Les Contes d’Hoffmann

Presentate oggi dal sovrintendente e direttore artistico Fortunato Ortombina le stagioni lirica e sinfonica della Fondazione Teatro La Fenice. Saranno tredici i titoli d’opera, uno di balletto e diciannove gli appuntamenti sinfonici. A questi, si aggiungono una corposa attività nel settore educational rivolta a bambini, ragazzi e famiglie e tanta musica sul territorio. «Sarà una stagione con numerosi debutti, titoli rari e da tempo assenti dal cartellone veneziano, e grandi caposaldi del repertorio. – secondo Fortunato Ortombina – Infine enfatizzeremo le ricorrenze di musicisti, artisti e delle figure simbolo della nostra cultura musicale e non solo». Appuntamenti domestici a parte, il 13 luglio 2024 è annunciata anche una tournée al Festival Ljubljana con la Madama Butterfly di Puccini nella produzione del 2013 con la regia di Àlex Rigola e scene e costumi di Mariko Mori, che sarà diretta da Daniele Callegari e vedrà Monica Zanettin, Manuela Custer e Vincenzo Costanzo nei ruoli principali.

La stagione d’opera si apre il prossimo 24 novembre con Les Contes d’Hoffmann di Jacques Offenbach con la direzione di Antonello Manacorda in un allestimento firmato da Damiano Michieletto coprodotto con Opera Australia, la Royal Opera House di Londra e l’Opera National de Lyon. Seguirà un titolo di rara esecuzione Maria Egiziaca di Ottorino Respighi in un nuovo allestimento di Pier Luigi Pizzi e la direzione di Manlio Benzi l’8 marzo al Teatro Malibran. Dal 12 aprile sul palcoscenico del Teatro La Fenice Alex Esposito sarà protagonista del Mefistofele di Arrigo Boito con la direzione musicale di Nicola Luisotti nel nuovo allestimento firmato da Moshe Leiser e Patrice Caurier. Il 7 giugno al Teatro Malibran riprende il ciclo vivaldiano con un nuovo titolo, Il Tamerlano, affidato ancora una volta allo specialista Diego Fasolis per la direzione musicale e a Fabio Ceresa per la regia. L’ultimo titolo prima della pausa estiva sarà Ariadne auf Naxos di Richard Strauss dal 21 giugno nell’allestimento di Paul Curran già visto a Bologna, che a Venezia avrà la direzione di uno specialista straussiano come Markus Stenz. Alla fine dell’estate due anniversari illustri verranno celebrati con un doppio allestimento al Teatro La Fenice dal 18 settembre: La fabbrica illuminata di Luigi Nono e Erwartung di Arnold Schönberg in un allestimento con la regia di Daniele Abbado e la direzione di Jérémie Rhorer. Un altro anniversario importante ispira anche l’ultima nuova produzione della stagione in cartellone al Teatro Malibran dal 31 ottobre: La vita è sogno di Francesco Malipiero presentato in un nuovo allestimento curato da Valentino Villa con la direzione musicale di Francesco Lanzillotta.

Accanto alle novità, il nuovo cartellone ospita una tre riprese di spettacoli dalla scorse stagioni a partire da Il barbiere di Siviglia nel collaudatissimo allestimento di Bepi Morassi che nella prossima stagione avrà la direzione di Renato Palumbo (dal 28 gennaio), l’ormai classico Don Giovanni con la regia di Damiano Micheletto e le scene rotanti di Paolo Fantin per il quale Robert Treviño curerà la direzione musicale (dal 16 maggio) e, in occasione del centenario della morte di Puccini, La bohème con la regia di Francesco Micheli e la direzione di Stefano Ranzani (dal 2 febbraio) e Turandot nell’allestimento di Cecilia Ligorio, che vedrà Francesco Ivan Ciampa sul podio dell’Orchestra del Teatro La Fenice (dal 30 agosto).

Una ripresa è annunciata anche per gli spettacoli destinati alle scuole al Teatro Malibran: si tratta del fortunato Pinocchio di Pierangelo Valtinoni nel colorato allestimento curato da Gianmaria Aliverta che avrà la direzione di Marco Paladin (dal 18 gennaio). Una novità assoluta, invece, la seconda produzione destinata alle scuole, cioè Marco Polo, opera collettiva degli studenti di composizione del Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia presentata in un allestimento curato da Emanuele Gamba in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Venezia e con la direzione musicale di Luisa Russo (dal 18 gennaio).

La stagione sinfonica si aprirà il 9 dicembre con il concerto diretto da Robert Treviño sul podio per la Sinfonia n. 3 di Gustav Mahler. Mahler anche nel concerto diretto da Nicola Luisotti con la Sinfonia n. 1 e una novità ispirata a Marco Polo di Fabio Massimo Capogrosso (19-21 aprile), un triplo omaggio a Anton Bruckner in occasione ai duecento anni dalla nascita con Hartmut Haenchen sul podio per la Sinfonia n. 4 “Romantica” (17-18 febbraio), Alpesh Chauhan per la Sinfonia n. 8 (23-26 febbraio) e Markus Stenz con la Sinfonia n. 7 (28-29 giugno). Fra gli altri appuntamenti, di rilievo la Sinfonia n. 9 di Beethoven con la direzione di Daniele Rustioni (31 maggio-2 giugno) e il ritorno di Myung-Whun Chung per ben tre concerti: nel primo, dirigerà la Sinfonia n. 6 di Beethoven e le Sacre du printemps di Stravinskij (15-17 dicembre); nel secondo, la Sinfonia n. 4 di Johannes Brahms e il Triplo Concerto di Beethoven, che lo vedrà anche impegnato al pianoforte accanto a Roberto Baraldi al violino e Emanuele Silvestri al violoncello (22-23 marzo); e nel terzo la Messa da Requiem di Giuseppe Verdi nel centocinquantesimo anniversario della sua prima esecuzione assoluta a Milano (28-29 marzo). Infine, il teatro veneziano il 22 aprile ospiterà l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento diretta da Kent Nagano nella “trilogia del giorno” delle Sinfonie di Franz Josef Haydn. Confermati i tradizionali appuntamenti con il Concerto di Capodanno quest’anno diretto da Fabio Luisi, trasmesso in diretta televisiva su Rai1, e il concerto sinfonico in Piazza San Marco, che il 13 luglio renderà omaggio a Giacomo Puccini.

Unico appuntamento con la danza, Les Saisons con il Malandain Ballet di Biarritz e le coreografie di Thierry Malandain ispirato alle Quattro Stagioni con musica di Antonio Vivaldi e di Giovanni Antonio Guido.

La stagione completa è qui https://www.teatrolafenice.it/nuova-stagione-2023-2024/

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Undici concerti distribuiti in quattro weekend nel Forum Fondazione Bertarelli

classica

Per il prossimo “Flauto magico” assegnati sei su dieci ruoli in concorso ma non si trovano i candidati per Papageno, Sarastro, Monostatos e Regina della Notte

classica

Per il gran finale del Festival, all’Auditorium del Museo Piaggio otto pianisti si sfidano in prove diversificate, rievocando i leggendari duelli dei grandi compositori della storia.