Premio Giuseppe Alberghini: iscrizioni gratuite fino al 28 febbraio

PAGINA SPONSORIZZATA | Le novità della quinta edizione del Premio Alberghini per giovani musicisti e compositori, patrocinato e promosso dalla Regione Emilia-Romagna 

Premio Giuseppe Alberghini
Articolo
classica

Dedicato al violoncellista e docente Giuseppe Alberghini, nato a Pieve di Cento il 18 novembre 1879, primo violoncello al Metropolitan di New York con Arturo Toscanini e all’Auditorium di Chicago con Cleofonte Campanini, il Premio Giuseppe Alberghini giunge quest’anno alla sua quinta edizione, confermando l’originale natura della competizione e introducendo alcune significative novità.

Il concorso, le cui iscrizioni gratuite rimarranno aperte fino alle ore 12 del 28 febbraio 2020, è guidato dalle direzioni artistica del tenore Cristiano Cremonini e tecnica del flautista Filippo Mazzoli, ed è rivolto a giovani musicisti e compositori di ogni nazionalità, residenti o domiciliati presso la Regione Emilia-Romagna, o frequentanti scuole pubbliche o parificate a indirizzo musicale, e scuole o organismi riconosciuti aventi sede presso uno dei comuni della stessa regione.

Il Premio si chiuderà il 18 aprile 2020 con il Grande Concerto di Premiazione, presso l'Auditorium Sala Bossi del Conservatorio G.B. Martini di Bologna. Il 3 maggio, invece, si terrà il Concerto dei Vincitori, presso il Foyer Rossini del Teatro Comunale di Bologna, nell'ambito della rassegna cameristica Domenica al Comunale - Music Garden: qui tutte le informazioni.

Giuseppe Alberghini
Giuseppe Alberghini

Nelle sue prime quattro annate il Premio Alberghini ha visto la partecipazione di oltre 600 giovani artisti, 100 dei quali premiati, grazie al fondamentale sostegno del Lions Clubs Internationalconfermandosi anche per questa nuova edizione tra le più grandi e articolate competizioni dedicate alla musica classica di tutta la regione.

Istituito nel 2015 dall'ente intercomunale Unione Reno Galliera, in partnership con il Teatro Comunale di Bologna e in collaborazione con le Fondazioni Musica Insieme di Bologna e Accademia Pianistica Internazionale di Imola, il Premio Giuseppe Alberghini – patrocinato e promosso dalla Regione Emilia-Romagna – introduce in questo 2020 alcune importanti novità partendo dalla sede ufficiale, che ospiterà le complesse fasi delle selezioni: il rinnovato Teatro Biagi D'Antona di Castel Maggiore (BO). Un’altra significativa novità è poi rappresentata dalla creazione di due nuove e importanti sezioni strumentali: quelle di Arpa e Musica vocale da camera, che si aggiungono alle sei sezioni del concorso già esistenti, vale a dire quelle di Pianoforte, Archi solisti, Fiati solisti, Chitarra classica, Formazioni strumentali cameristiche e Composizione.

Premio Alberghini Foto di Luca Bolognese
Foto di Luca Bolognese

Una crescita che permette al Premio Alberghini di sviluppare in maniera sempre più articolata e completa quelle potenzialità di valorizzazione dei nuovi talenti che già in questi anni sono state implementate su diversi fronti. Tra le peculiarità distintive di questo premio, infatti, troviamo le diverse partnership con importanti istituzioni musicali a livello regionale, nazionale e internazionale, che hanno permesso, per esempio, grazie alla collaborazione con l'Accademia del Maggio Musicale Fiorentino, la partecipazione di quattro vincitori a uno stage di alto perfezionamento del repertorio musicale russo presso alcune delle maggiori istituzioni moscovite, tra le quali la Russian Gnesins Academy e il Conservatorio Čajkovskij di Mosca. O ancora, su invito di Mauro Felicori – oggi commissario straordinario del Festival di Ravello – alcuni giovani musicisti reduci dalla competizione hanno tenuto un recital nella rassegna concertistica della Reggia di Caserta. Inoltre, a partire dalla scorsa edizione, il direttore d'orchestra Paolo Olmi attinge nuovi talenti emersi dal Premio Alberghini per la sua Young Musicians European Orchestra (YMEO), formazione orchestrale di respiro internazionale con cui promuove importanti progetti di pace come, per esempio, il ponte culturale Ravenna-Betlemme, al quale hanno partecipato cinque vincitori della competizione emiliano-romagnola.

Foto di Luca Bolognese Premio Alberghini
Foto di Luca Bolognese

Oltre alla totale gratuità delle iscrizioni, offerta nell’ottica di un servizio culturale rivolto alle famiglie, il Premio Alberghini mette a disposizione di tutti i concorrenti un team di esperti pianisti accompagnatori. Importante elemento distintivo di questa competizione è rappresentato dalla composizione della nutrita giuria, che comprende musicisti e professionisti di fama.

Scopri l'elenco completo dei giurati del Premio Alberghini

Foto di Luca Bolognese Premio Alberghini
Foto di Luca Bolognese

Una schiera di grandi maestri e professionisti chiamati a valutare i giovani talenti che si confronteranno nell’ambito di un percorso stimolante di confronto e di scambio reciproco, capace di coniugare il respiro nazionale e internazionale della competizione musicale allo spirito culturale di un territorio. Come infatti sostiene Belinda Gottardi, sindaco di Castel Maggiore con delega alla Cultura per l’Unione Reno Galliera, «il Premio Alberghini è tra le iniziative che meglio rappresentano il senso della nostra attività culturale perché unisce l’educazione alla bellezza, la promozione del talento nei giovani, l’attivazione di risorse ed energie intorno a un progetto ben pensato e ben gestito che edizione dopo edizione incrementa la propria rilevanza».

A partire dalla quarta edizione il concorso è sostenuto da: EMIL BANCA Credito cooperativo, istituto bancario sempre attento alle realtà culturali di rilievo sul nostro territorio, All For Music - Strumenti Musicali Bologna (sponsor tecnico) e Lavoropiù.

In occasione della quinta edizione, infine, hanno offerto la loro collaborazione la Fondazione Teatri di Piacenza, l’Associazione Musicale Angelo Mariani di Ravenna, l'Associazione Bal'danza di Ferrara, la cooperativa Emilia Romagna Concerti, il Teatro Baraccano di Bologna e ArtigianArte-CNA Bologna.

Bando e regolamento del Premio Giuseppe Alberghini sono disponibili a questo indirizzo web.

Se hai letto questo articolo, ti potrebbero interessare anche

classica

Un expodcast per visitare (e ascoltare) la Chapelle Royale di Versailles all’epoca del Re Sole

classica

PAGINA SPONSORIZZATA | Dal 7 al 15 novembre prende il via il Glocal Piano Project, prima tappa del Busoni in tempo di emergenza sanitaria

classica

PAGINA SPONSORIZZATA | Il 25 ottobre si celebra la giornata dedicata all’opera: ne abbiamo parlato con Nicholas Payne, direttore di Opera Europa