L’Accademia di Imola inaugura l’Anno Accademico 2023/24

Venerdì 24 novembre si terrà la cerimonia di apertura con la consegna delle pergamene ai laureati, e un concerto cameristico aperto al pubblico che avvierà il nuovo Progetto Brahms | IN COLLABORAZIONE CON ACCADEMIA INTERNAZIONALE DI IMOLA

Corrado Passera, Presidente Fondazione Accademia Internazionale di Imola
Corrado Passera, Presidente Fondazione Accademia Internazionale di Imola
Articolo
classica

La Fondazione Accademia Internazionale di Imola “Incontri con il Maestro” inaugura l’Anno Accademico 2023-2024 con una serata speciale, aperta al pubblico, caratterizzata da un ricco programma di eventi. La cerimonia di inaugurazione è prevista venerdì 24 novembre alle ore 19.00 nella sala Mariele Ventre di Palazzo Monsignani alla presenza del Presidente dell’Accademia, Corrado Passera, che terrà il discorso di apertura dopo il benvenuto della Sovrintendente Angela Maria Gidaro e il saluto del Sindaco di Imola Marco Panieri. A seguire sarà presentata la relazione dei due progetti curati da Francescantonio Pollice, Presidente di AIAM - Associazione Italiana Attività Musicali - e vice presidente di CIDIM - Comitato Nazionale Italiano Musica -, dal titolo Circuitazione Musicale in Italia e Giovani Talenti Musicali Italiani nel Mondo.

A conclusione della cerimonia, che accoglierà la consegna delle pergamene ai laureati, la giornata si concluderà con un momento musicale affidato al M° André Gallo, vice direttore dell’Accademia Pianistica. Giovane pianista italiano formatosi nella classe del M° Franco Scala proprio all'Accademia Pianistica di Imola, di cui è attualmente docente, André Gallo tiene regolarmente concerti solistici e da camera in prestigiosi teatri, in Italia e all'estero, raccogliendo apprezzamenti di pubblico e critica che spesso lo ha definito un pianista magistrale con una personalità audace e intrigante (Gramophone Magazine).

«La Fondazione Accademia di Imola è fortemente impegnata nella promozione e valorizzazione dei giovani talenti musicali – afferma Angela Maria Gidaro, Sovrintendente della Fondazione Accademia Internazionale di Imola “Incontri con il Maestro” - in sodalizio con l’Accademia Chigiana di Siena, attraverso un progetto pluriennale siglato con il CIDIM e in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. L’impegno della governance, guidata da Corrado Passera, è quello di facilitare l’ingresso dei nostri musicisti nel mercato del lavoro e nel network del concertismo nazionale ed internazionale. Il progetto con il CIDIM è articolato e sostanzioso, e va ad amplificare e potenziare l’azione sulla fitta rete di relazioni e collaborazioni con festival e stagioni concertistiche nazionali e internazionali che ospitano i nostri allievi. Questo tassello ci permette di dare ulteriore slancio al progetto complessivo della Fondazione di altissima formazione universitaria musicale, unicum nel panorama nazionale, e di continuare ad essere fortemente attrattivi e competitivi nello scenario internazionale, grazie alla qualità della didattica e alle azioni di promozione degli allievi».

Il programma che animerà la cerimonia di inaugurazione, trae forza dal positivo esito dell’esperienza dello scorso anno, in cui è stato presentato un ricco carnet di iniziative dedicate alla musica di Robert Schumann, concretizzate attraverso la presentazione di un progetto discografico e una serie di masterclass pianistiche affidate a docenti di spicco nel panorama europeo, oltre al convegno internazionale di studi. Come naturale prosecuzione di quanto avvenuto nel 2023, quest’anno il programma mira a scandagliare il repertorio di un altro grande protagonista del Romanticismo musicale, Johannes Brahms. Per l’occasione, il pianista André Gallo si unirà ai violinisti Francesco Senese e Gabrielle Shek, alla violista Margherita Fanton e al violoncellista Gabriele Geminiani, ovvero i Solisti dell’Orchestra Mozart, realtà fondata nel 2004 per volere del M° Claudio Abbado che la diresse per i primi dieci anni, fino all’anno della sua morte. Per l’occasione, insieme al M° Gallo, il gruppo cameristico così riunito eseguirà il Quintetto in fa minore per pianoforte e archi op. 34 di Brahms, tra i capolavori più noti e amati del grande compositore tedesco. L’evento vede la collaborazione con l’Accademia Filarmonica di Bologna e con l’Orchestra Mozart, mentre la scelta del repertorio musicale anticipa la presentazione di un nuovo programma, il Progetto Brahms, che coinvolgerà l’intera Fondazione nei prossimi due anni accademici e culminerà con la pubblicazione di un cofanetto CD dedicato alla sua opera pianistica e cameristica. Sono inoltre confermati convegni, pubblicazioni e giornate studio dedicate al compositore tedesco, in una staffetta in cui il testimone è passato proprio dal Progetto Schumann recentemente concluso in Accademia.

 

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2023/24

SALA MARIELE VENTRE di Palazzo Monsignani Via Emilia, 69

IMOLA

INGRESSO LIBERO

 

Ore 19:00

Benvenuto

ANGELA MARIA GIDARO Sovrintendente

Saluti istituzionali

MARCOPANIERI Sindaco di Imola

Prolusione

CORRADO PASSERA Presidente

 

Relazione sui progetti 'Giovani Talenti Musicali Italiani nel Mondo' e 'Circuitazione Musicale in Italia'

FRANCESCANTONIO POLLICE

Vice Presidente CIDIM e Presidente AIAM

Consegna della pergamena ai laureati

 

Ore 20:15

Concerto

ANDRÉ GALLO e i Solisti dell’Orchestra Mozart

FRANCESCO SENESE e GABRIELLE SHEK violini

MARGHERITA FANTON viola

GABRIELE GEMINIANI violoncello

JOHANNES BRAHMS

Quintetto in fa minore per pianoforte e archi, op. 34

 

INGRESSO LIBERO

fino ad esaurimento posti con prenotazione obbligatori

info 0542 30802

 

L’ingresso alla serata è libero e aperto alla cittadinanza previa prenotazione obbligatoria chiamando lo 0542 30802. Il pubblico verrà accolto fino ad esaurimento dei posti disponibili.

www.imolamusicacademies.org.

Se hai letto questo articolo, ti potrebbero interessare anche

classica

Un immaginifico e divertente Don Chisciotte dell’epoca di Luigi XV ritorna in pompa magna a Versailles

classica

La sovrintendente Angela Maria Gidaro illustra la 20ª edizione della rassegna I Concerti dell’Accademia, quindici appuntamenti che la Fondazione Accademia Internazionale Incontri con il Maestro dedica alla grande musica tra solisti internazionali, giovani interpreti e nuove scritture.

Articolo in collaborazione con la Fondazione Accademia Internazionale Incontri con il Maestro
classica

Roma: un convegno nel decennale della scomparsa