La Fenice, storie della notte di fuoco

A 25 anni dal rogo che distrusse il teatro, Vera Mantengoli ripercorre con passione l’intera vicenda in un libro

Incendio Teatro La Fenice - Libro
L'incendio del Teatro La Fenice (foto Ufficio Stampa Teatro La Fenice)
Articolo
classica

Sono passati ormai venticinque anni da quella indimenticabile notte che in poche ore strappò il Teatro La Fenice alla sua città, Venezia, con un terribile incendio che è rimasto impresso nella memoria del mondo intero. A distanza di tanti anni, la giornalista Vera Mantengoli ricostruisce i fatti nel libro La Fenice 29 gennaio 1996. La notte di fuoco: storie, interviste e articoli pubblicato da Editoriale Programma in vista del doloroso anniversario.

– Leggi anche: La Fenice in cassa integrazione

Suddiviso in più parti, il libro si apre con le testimonianze di chi ha assistito da vicino al rogo: dal custode di allora, per anni afflitto da un enorme senso di colpa e impotenza per non esser riuscito a evitare il peggio, al pompiere Roberto Tentellini che, infrangendo le regole, sorvolò la città con l’elicottero per spegnere le fiamme. A queste si aggiungono le voci di musicisti, artigiani e cittadini che prima di ammettere di aver perso un simbolo della cultura e della città, sentirono di aver perso la propria casa.

Rogo teatro fenice libro

Nella seconda parte l’autrice intervista Felice Casson, il PM che portò alla condanna i due elettricisti, e Paolo Costa, allora ministro dei Lavori Pubblici e successivamente sindaco di Venezia che giocò un ruolo determinante per l’avanzamento dei lavori. Ogni capitolo è inoltre introdotto da una citazione sul fuoco tratta da opere liriche rappresentate alla Fenice nel corso del tempo.

Pur procedendo con taglio giornalistico, racconti e interviste si susseguono a ritmo sostenuto in un incalzante intreccio ricco di particolari tale da spingere il lettore a rivivere quei drammatici momenti tutti d’un fiato.

La Fenice 29 gennaio 1996 si completa infine con gli articoli dell’epoca tratti dal quotidiano La Nuova di Venezia e Mestre, con il quale l’autrice collabora da diversi anni, di un’accurata cronologia e una galleria fotografica che accoglie anche gli scatti di Gianfranco Tagliapietra, storico fotografo del quotidiano.

 

Se hai letto questo articolo, ti potrebbero interessare anche

classica

Intervista al nuovo direttore artistico Alessandro Taverna | IN COLLABORAZIONE CON FESTIVAL INTERNAZIONALE DI MUSICA DI PORTOGRUARO

classica

Il direttore artistico Peter Paul Kainrath ci parla della rassegna altoatesina | IN COLLABORAZIONE CON BOLZANO FESTIVAL BOZEN

classica

Esercizi per il riscaldamento e l’educazione della voce di Laura Cherici è una chiacchierata leggera su cose serissime