Il jazz di aprile 2020: la playlist del gdm

Il meglio del jazz di aprile 2020 da ascoltare in una playlist esclusiva, a cura di Enrico Bettinello

Playlist aprile 2020
Articolo
jazz

Anche questo mese tante novità piene di energia, da Nduzuzo Makhathini al duo Tom Misch & Yussef Dayes, passando per il duo tra Alexander Hawkins e Tomeka Reid, l'ottetto di Kaja Draksler e il quartetto di Gianmarco Scaglia con Paul Wertico.

Grande protagonista Chad Taylor, presente in tre dischi: il duo dal vivo con James Brandon Lewis, il proprio trio e il nuovo lavoro del Chicago Underground 4et.

Ma spazio anche a altri musicisti italiani come Danilo Gallo, Ferdinando Romano o Paolo Bacchetta... buon ascolto!

Una playlist classica per i tempi di quarantena

SCOPRI TUTTE LE PLAYLIST

01. Nduduzo Makhathini – "Yehlisan’uMoya" (da Modes of Communication: Letters from the Underworlds, Blue Note)

02. Danilo Gallo Dark Dry Tears – "Demolition" (da Hide, Show Yourself!, Parco della Musica)

03. Tom Misch & Yussef Dayes – "Nightrider" (da What Kinda Music, Blue Note/Caroline)

04. Kaja Draksler Octet – "The Last Mowing" (da Out For Stars, Clean Feed)

05. Ferdinando Romano – "The Gecko" (da Totem, Losen)

06. James Brandon Lewis & Chad Taylor – "With Sorrow Lonnie" (da Live in Willisau, Intakt)

07. Paolo Bacchetta – "La danza macabra" (da The Storytellers, Auand)

08. Alexander Hawkins & Tomeka Reid – "Danced Together" (da Shards and Constellations, Intakt)

09. Chicago Underground 4et – "Unique Spiral" (da Good Days, Astral Spirits)

10. Gianmarco Scaglia & Paul Wertico 4et – "Black Two" (da Dynamics in Meditation, Challenge)

11. Chad Taylor Trio – "The Shepherd" (da The Daily Biological, Cuneiform)

 

Se hai letto questo articolo, ti potrebbero interessare anche

jazz

Per il compleanno di "Bird" abbiamo scelto 10 temi parkeriani nelle versioni di altri jazzisti

jazz

Una playlist per il centenario di "Bird", nato a Kansas City il 29 agosto 1920

jazz

100 anni fa Mamie Smith and her Jazz Hounds incidevano "Crazy Blues", il disco destinato a cambiare il corso della musica del Novecento