George Shearing 1919-2011

La morte del musicista inglese, pioniere della via europea al bebop

Articolo
jazz
Il 14 febbraio scorso è morto per arresto cardiaco il pianista George Shearing. Aveva 91 anni. Shearing è stato uno dei grandi "doni" dell'Europa al jazz americano. Nato nel 1919 vicino a Londra, veniva da una famiglia operaia. Era cieco dalla nascita e aveva un talento fuori del comune: prima della maggiore età era già un professionista indaffarato, sia sul pianoforte sia sulla fisarmonica. Influenzato da Fats Waller e Teddy Wilson, Shearing è poi diventato uno dei primi musicisti europei di bebop, dimostrando un'originale concezione armonica e ritmica. Emigrato nel 1947 negli Stati Uniti, ha presto raggiunto la fama con un quintetto il cui suono ha segnato un'epoca: vibrafono, pianoforte, chitarra, contrabbasso e batteria (più tardi anche con percussioni) e una condotta armonica unica: il pianoforte suona a blocchi di accordi mentre chitarra e vibrafono raddoppiano la melodia. Questo suono morbido e soffuso anche sui tempi rapidi e le più disorientanti melodie bop, divenne, soprattutto sulle ballad come "September in the Rain", il timbro dominante del lounge, il cocktail-sound per eccellenza, che dominò la musica leggera degli anni Cinquanta. La sua fama fu tale che finì anche sulle pagine di On the Road di Kerouac; il suo tocco raffinato, ricco di sottigliezze armoniche, ritmicamente elusivo, esercitò una notevole influenza su vari pianisti emersi negli anni Cinquanta e Sessanta, su tutti Bill Evans; ma anni prima il giovane Lennie Tristano aveva acquisito la tecnica dei block-chords proprio ascoltando Shearing. Compositore di almeno un brano divenuto uno standard, "Lullaby of Birdland", Shearing si è via via specializzato come sublime accompagnatore di cantanti, stringendo dagli anni Settanta un sodalizio con Mel Tormé che ha prodotto album e concerti indimenticabili, oltre a numerosi premi.

Se hai letto questo articolo, ti potrebbero interessare anche

jazz

Le novità jazz del mese da ascoltare in una playlist esclusiva

jazz

Esce per CAMJazz il debutto di Pipe Dream, il progetto di Zeno De Rossi, Filippo Vignato, Pasquale Mirra, Giorgio Pacorig e Hank Roberts: l'intervista

jazz

La morte della regina del soul a 76 anni, dopo una lunga malattia: la sua storia in 10 brani