Rovigo sogna con Puccini

Il nuovo direttore artistico Edoardo Bottacin presenta il ricco cartellone del Sociale di Rovigo

News
classica
La locandina del Teatro Sociale di Rovigo
La locandina del Teatro Sociale di Rovigo

Il Teatro Sociale di Rovigo offrirà al pubblico nel 2023-24 otto nuovi allestimenti per la lirica, due musical, otto appuntamenti per prosa e danza, dieci concerti sinfonici, cameristica, gospel, una stagione jazz e una sezione speciale per bambini, ragazzi e le loro famiglie. L’inusuale presentazione di stagione è annunciata dalla banda, che parte dal centro città per accompagnare il pubblico in teatro, è poi declinata in uno spettacolo che fa luce su alcuni momenti forti del cartellone ed è anche l’occasione di presentare il vulcanico nuovo direttore artistico, Edoardo Bottacin, 26 anni. Verso ispiratore della stagione del Teatro di tradizione rodigino è In te ravviso il sogno ch’io vorrei sempre sognare: i titoli pucciniani sono quello d’apertura, Tosca, il 13 ottobre (Cavaradossi è Fabio Sartori, direttore Bruno Nicoli, regia, scene e costumi Ivan Stefanutti), La Bohème con un doppio cast, nel gennaio 2024 (Rodolfo è Davide Tuscano, neo vincitore del Toti Dal Monte), Gianni Schicchi, nell’aprile ’24, affiancato al Segreto di Susanna, quest’ultimo un progetto di avviamento professionale dell’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, Conservatorio di Rovigo e Teatro Sociale, sostenuto da Adriatic LNG e Puccini e le formiche di Fabio Vettori per “Un palco in famiglia/Musica a fumetti” col disegnatore Fabio Vettori.

Nel cartellone operistico segnaliamo la prima esecuzione in tempi moderni del dramma in musica Pigmalione di Giovanni Alberto Ristori, su libretto di Francesco Passarini (30 novembre / 3 dicembre), andata in scena al Manfredini di Rovigo nel 1714, diretta da Federico Guglielmo (i ruoli principali sono di Federico Taddia e Silvia Frigato), sul versante concertistico lo Stabat Mater per soprano, contralto, archi e basso continuo (26 ottobre) che affianca alle musiche di Pergolesi una nuova commissione a Paola Magnanini e la compagnia di danza Fabula Saltica e l’anteprima di stagione in Duomo (3 ottobre): si ascolterà il Deutsches Requiem grazie alla collaborazione tra il Conservatorio Venezze e l’Orchestra Sinfonica Giovanile della Tonhalle di Düsseldorf.

L’offerta cameristica sfodera Arcadi Volodos, Jan Lisiecki, e il Quartetto della Scala; la danza contemporanea Open di Daniel Ezralow; l’operetta Una notte a Venezia; il musical Jesus Christ Superstar e Grease. Il jazz, sinergia tra il Teatro Sociale, il Rovigo Jazz Club e il Conservatorio locale sarà presentato nel gennaio 2024, e preceduto (il 16 dicembre ’23) dal concerto del Premio Marco Tamburini giunto alla settima edizione.

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Chailly resta fino al 2026

classica

Giovedì 18 aprile all’Auditorium “Toscanini” di Torino il concerto in diretta su Rai Radio3 e in live streaming su Rai Cultura, replica venerdì 19 aprile

classica

Il 23 aprile al Teatro Bonci di Cesena i Solisti della Scala presentano musiche di Mozart e Schumann e una prima assoluta di Braconi

News in collaborazione con  Emilia Romagna Teatro ERT / Teatro Nazionale