P-Factor, la sfida del Pontedera Music Festival

Per il gran finale del Festival, all’Auditorium del Museo Piaggio otto pianisti si sfidano in prove diversificate, rievocando i leggendari duelli dei grandi compositori della storia.

News
classica
Maurizio Baglini
Maurizio Baglini

Sabato 25 maggio all’Auditorium del Museo Piaggio (ore 21.00) si terrà il gran finale del Pontedera Music Festival, realtà nata nel 2019 grazie ad una importante sinergia tra la Fondazione Piaggio e l’Accademia Musicale Pontedera, due realtà culturali che offrono alla città concerti e manifestazioni con artisti di fama internazionale e musicisti di talento provenienti dal territorio, pensate sia per il pubblico locale che per turisti provenienti da ogni parte del mondo.

Intitolato P-Factor, l’evento si inserisce all’interno del ciclo “Musical Duels” nell’ambito del bando PerChiCrea SIAE – MIC Ministero della Cultura. Quarto appuntamento del fortunatissimo ciclo di duelli musicali che già ha entusiasmato il pubblico nel mese di marzo, P-Factor affida il suo programma alla lettera P come pianoforte, lo strumento protagonista della sfida, P come Pontedera e P come il marchio Piaggio nel cui auditorium si svolgerà un duello tra due squadre di sei giovani eccezionali talenti del pianoforte: Alessio Ciprietti, Paolo Ehrenheim, Lucrezia Liberati, da un lato, Antonio Alessandri, Ilaria Cavalleri e Diego Petrella dall’altro. Le due squadre saranno capitanate dai loro rispettivi docenti, il M° Maurizio Baglini e il M° Davide Cabassi.

Liberati copy
Alessia Liberati

P-Factor

Grazie alla sceneggiatura ideata appositamente dal M° Davide Cabassi, concertista e docente del Conservatorio di Milano, il concerto avrà un impatto spettacolare per la capacità di coinvolgere il pubblico, invitandolo a esprimere la propria preferenza a seguito dell’ascolto di prove variegate ed estremamente diversificate, che sfruttano molteplici combinazioni di esecuzioni: dall’alternanza di un solo pianoforte, al quattro mani, fino al più spettacolare otto mani su due pianoforti Steinway & Sons della collezione Bussotti-Fabbrini di Firenze.

Il pubblico presente sarà così catapultato in una retrospettiva storico-musicale del duello pianistico, esistito da sempre e citato nelle biografie dei grandi compositori, così come nei vari documenti e nelle memorie, in un delicato e al tempo stesso affascinante equilibrio tra storia e leggenda. Saranno così ricostruite, rievocate e citate sfide leggendarie come quelle tra Mozart e Clementi, Scarlatti e Händel, Beethoven e Steibelt, Liszt e Thalberg, attraverso cinque duelli musicali che ripercorreranno le principali epoche storiche, dal Barocco al Classicismo, dal Romanticismo al Novecento, nei quali gli otto musicisti si alterneranno in una caleidoscopica serie di combinazioni: dall’uno contro uno, alla sfida in simultanea, passandro all’esecuzione a quattro e otto mani.

Come nei precedenti appuntamenti, il pubblico sarà chiamato ad esprimere la propria preferenza in ciascuna delle cinque manches del duello, che vedrà l’alternarsi di composizioni estremamente coinvolgenti: trascrizioni a otto mani delle Sinfonie di Beethoven, i concerti di Chopin e Liszt per pianoforte e orchestra, il Concertino di Shostakovich, West Side Story di Bernstein, solo per citare alcune delle composizioni in programma.

«Oltre al divertimento e al coinvolgimento diretto del pubblico – dichiara Luigi Nannetti, Direttore Artistico del Pontedera Music Festival – l’evento mantiene come obiettivo principale quello di promuovere la cultura musicale in un territorio, come quello della Valdera, internazionalmente noto per il marchio Vespa e il mondo legato all’impresa motoristica, e che trova nel Museo Piaggio un luogo eccellente dove sposarsi con proposte culturali di alta qualità, all’insegna del coinvolgimento di una fascia di pubblico di giovane età, così com’è avvenuto nei primi tre duelli del ciclo Musical Duels, che hanno coinvolto 11 classi dei istituti superiori con incontri di introduzione ai concerti avvenute in classe».

Il concerto di sabato 25 maggio nasce dall’incontro con il M° Davide Cabassi, già autore di nuovi format e importanti rassegne rivolte alla divulgazione della grande musica al pubblico giovanile in provincia di Milano, che il Pontedera Music Festival desidera ringraziare assieme al M° Maurizio Baglini, ormai da anni ospite fisso sia come concertista che promotore di importanti collaborazioni, attraverso le quali è stato possibile avere a Pontedera personalità illustri del concertismo mondiale.

M° Cabassi
M° Cabassi

Informazioni

P-FACTOR. A Piano Musical Duel si terrà sabato 25 maggio alle ore 21.00 presso il Museo Piaggio, con ingresso libero su prenotazione obbligatoria al sito: www.pontederamusicfestival.it. Il festival è realizzato grazie al contributo del main sponsor Fondazione Pisa, insieme al contributo di Unicoop Firenze, Soci Coop Valdera e l’Amministrazione Comunale di Pontedera.

Per ulteriori informazioni è possibile scrivere a info@pontederamusicfestival.com o chiamare al numero 0587 212124.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Avilliana il 21 giugno al Teatro Romano

classica

Firenze: Gatti, Mehta, Roberto Abbado, Lanzillotta...

classica

La Sessantesima  edizione del Macerata Opera Festival con Puccini e Bellini