Mischa Maisky e Han-Na Chang con l'Orchestra Rai

Giovedì 14 marzo all'Auditorium Rai di Torino il concerto trasmesso anche in live streaming su RaiPlay

News
classica
Mischa Maisky (foto PiùLuce/OSNRai)
Mischa Maisky (foto PiùLuce/OSNRai)

Il celebre violoncellista Mischa Maisky torna a suonare con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai giovedì 14 marzo (ore 20.30) in occasione di un concerto ospitato presso l’Auditorium “Arturo Toscanini” di Torino e trasmesso in live streaming su RaiPlay (questa la pagina per seguire la diretta). Il concerto sarà riproposto venerdì 15 marzo alle 20.

Nato a Riga nel 1948, Maisky ha studiato al conservatorio dell’allora Leningrado e dopo il suo debutto a 17 anni con la filarmonica della città è stato soprannominato “Il Rostropovič del futuro”. Ha suonato con musicisti come Martha Argerich, Radu Lupu, Nelson Freire, Evgeny Kissin, Itzhak Perlman, Lang Lang, Peter Serkin, Gidon Kremer, Yuri Bashmet, Maxim Vengerov, Joshua Bell e nelle più prestigiose rassegne internazionali. Per il suo ritorno con l’Orchestra Rai, con la quale aveva suonato l’ultima volta nel 2017 diretto da James Conlon, propone il Concerto n. 1 in mi bemolle maggiore per violoncello e orchestra op. 107 di Dmitrij Šostakovič, composto nel 1959 in e dedicato proprio a Rostropovič, del quale Maisky è stato allievo ed è considerato erede.

Sul podio a Torino sale un’altra grande violoncellista, che di Maisky è stata allieva e che ora si dedica alla direzione d’orchestra: Han-Na Chang, al suo debutto con la compagine Rai. Nata in Corea del Sud e presto trasferitasi negli Stati Uniti, a soli 11 anni ha vinto la quinta edizione del Concorso Rostropovič a Parigi, assegnatole all’unanimità da una giuria presieduta proprio dal grande violoncellista. Nella seconda parte della serata Han-Na Chang propone la Sinfonia n. 5 in si bemolle maggiore op. 100 di Sergej Prokof’ev. Composta nel 1944, nel clima di esaltazione patriottica che accompagnò la liberazione dall’invasore tedesco, fu subito accolta con favore sia in patria, dove ottenne il premio Stalin nel 1945, sia in America, dove fu presentata l’anno successivo a New York.

I biglietti per il concerto sono in vendita online e presso la biglietteria dell’Auditorium Rai di Torino.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

A Firenze Turandot e Tosca

classica

Il 23 aprile al Teatro Bonci di Cesena i Solisti della Scala presentano musiche di Mozart e Schumann e una prima assoluta di Braconi

News in collaborazione con  Emilia Romagna Teatro ERT / Teatro Nazionale
classica

Dal 12 aprile al 1° maggio il Terra Sancta Organ Festival