Michele Spotti è il nuovo direttore musicale della Filarmonica di Benevento

Succede a Francesco Ivan Ciampa dopo un vuoto di due anni. E si affianca alla direttrice artistica Beatrice Rana

News
classica
Michele Spotti e l'Orchestra Filarmonica di Benevento
Michele Spotti e l'Orchestra Filarmonica di Benevento

L’Orchestra Filarmonica di Benevento ha un nuovo direttore musicale. Nel 2020 Francesco Ivan Ciampa aveva a malincuore rinunciato a quest’incarico, a causa dei suoi crescenti impegni nazionali e internazionali che lo costringevano a stare troppo tempo lontano da Benevento. Ciampa era anche il direttore artistico dell’orchestra e in questo incarico era stato subito sostituito con Beatrice Rana. Il ruolo di direttore musicale è rimasto invece scoperto fino ad ora, quando si è individuato in Michele Spotti la persona adatta come direttore musicale dell’orchestra beneventana.

Spotti, milanese, ventinovenne, è considerato uno dei migliori talenti tra i giovani direttori d’orchestra. Ha già un bel curriculum in Italia e all’estero e per la stagione 2022/2023 è impegnato tra l’altro con l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra della Toscana, la Staatsoper di Stoccarda, la Filarmonica Arturo Toscanini, la Staatsoper di Vienna (dove far il suo debutto), il Teatro Massimo di Palermo, il Capitole di Tolosa e il Palau de les Arts di Valencia.

Come afferma il Direttivo dell’orchestra, “nella scelta di consegnare ad una personalità tra tante le redini musicali della compagine confluiscono una serie di considerazioni, che esulano dal meramente tecnico o dal meramente umano: si tratta di una questione complessa ed articolata che certamente non può prescindere dalla prova sul campo, ma la cui definitiva decisione deve tenere conto anche del grado di empatia tra le parti. Il Maestro Spotti si è dimostrato capace, sin dal suo primo gesto sul podio e attraverso le sue positive modalità di prendere parte ad un progetto in corsa, di poter rivestire questo ruolo. E per aver accettato di buon grado e con entusiasmo lo ringraziamo di cuore”.

Spotti, che è stato incaricato choraliter dalla direzione artistica e dal Direttivo di reggere per un triennio la direzione musicale, lascia trasparire dalle sue parole una progettualità ben chiara: “L’Orchestra Filarmonica di Benevento è una realtà giovane e reattiva, fatta di persone di talento, che merita di essere valorizzata. Attraverso la scelta di repertori eterogenei, vorrei creare un’orchestra sempre più versatile, ma anche dinamica e aperta: inseriremo nei programmi capisaldi della storia della musica, sia operistica che sinfonica, accostati a lavori di giovani compositori. Con la direttrice artistica Beatrice Rana, che ringrazio per la fiducia, ci impegneremo per far crescere questa meravigliosa realtà, anche grazie a collaborazioni con solisti di fama internazionale”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Al Palazzetto Bru Zane una rassegna di donne compositrici per il festival di primavera

classica

Torino: Se le nuvole il 10 febbraio all'Auditorium Rai Toscanini

classica

L’attuale direttore del Grand Théâtre di Ginevra prenderà il posto di Dietmar Scharz alla Deutsche Oper di Berlino