Luisi apre la stagione dell'Osn Rai

Il 26 ottobre con Martha Argerich per Beethoven

News
classica
Andrés Orozco-Estrada (Foto PiùLuce)
Andrés Orozco-Estrada (Foto PiùLuce)

Sarà Fabio Luisi, direttore emerito dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai ad inaugurare la stagione 2023/24 dell’Osn il 26 ottobre all’Auditorium Rai Toscanini con Martha Argerich per il Primo concerto per pianoforte e orchestra di Beethoven e la Quinta di Cajkovskij, ma il 14 ottobre ci sarà un concerto straordinario fuori abbonamento con Mozart e Musorgskij affidati al neo direttore principale Andrés Orozco-Estrada. 

«Dopo il ritorno alla normalità post pandemico della passata stagione – dice il Direttore artistico Ernesto Schiavi – anche la prossima segna un passo importante nell’evoluzione e nella storia dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai: l’avvio della collaborazione con il nuovo Direttore principale Andrés Orozco-Estrada, che si affianca alle altre due figure di riferimento della compagine, il Direttore emerito Fabio Luisi e il Direttore ospite principale Robert Trevino.

Classe 1977, Orozco-Estrada è stato recentemente nominato Generalmusikdirektor della Città di Colonia, prendendo le redini della Gürzenich Orchestra e dell’Opera della città tedesca. È già stato a capo di compagini come l’Orchestra Sinfonica della Radio di Francoforte, dei Wiener Symphoniker e della Houston Symphony. È di casa con orchestre come la Chicago Symphony, la Philadelphia Orchestra, i Wiener Philharmoniker, la Staatskapelle di Dresda, la Gewandhausorchester Leipzig e l’Orchestre National de France. Ha debuttato sul podio della nostra orchestra esattamente un anno fa, nel maggio 2022, con una memorabile interpretazione di pagine sinfoniche straussiane, e subito è nato reciprocamente il desiderio di una collaborazione più stabile. 

Nel corso della prossima stagione salirà sul podio cinque volte. Il suo rapporto con l’Orchestra Rai sarà di tre anni, a partire dall’ottobre 2023, e prevederà un’assidua e progressivamente sempre più intensa presenza in stagione e in tournée. A lui va il nostro ringraziamento e un sentito augurio di buon lavoro».

In stagione, fino al primo giugno tornano i “direttori di famiglia” come James Conlon, Juraj Valcuha, Daniele Gatti, Ottavio Dantone e Daniel Harding. Debutti per Philippe Jordan. Hammu Lintu, Han-na Chang che dirigerà il suo “maestro” Mischa Maisky. Michele Gamba dirige l’omaggio a Puccini nel primo centenario della morte con la Messa di Gloria, Cajkovskij, Chacaturjan e Stravinskij per Michele Mariotti. Tra i solisti Yulianna Avdeeva, Emanuel Ax, Frank Peter Zimmermann, Marie-Ange Nguci, Yefim Bronfman.

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Undici concerti distribuiti in quattro weekend nel Forum Fondazione Bertarelli

classica

Per il prossimo “Flauto magico” assegnati sei su dieci ruoli in concorso ma non si trovano i candidati per Papageno, Sarastro, Monostatos e Regina della Notte

classica

Per il gran finale del Festival, all’Auditorium del Museo Piaggio otto pianisti si sfidano in prove diversificate, rievocando i leggendari duelli dei grandi compositori della storia.