La stagione lirica 2022 del Teatro delle Muse di Ancona

Dal 30 settembre Attila di Verdi e dal 14 ottobre Il matrimonio segreto di Cimarosa per due nuove produzioni con regie di Mariano Bauduin e Marco Baliani

News
classica
Marco Baliani (foto di Alessandro Cecchi)
Marco Baliani (foto di Alessandro Cecchi)

A vent’anni dalla riapertura del Teatro delle Muse, la Stagione Lirica di Ancona 2022 presenta due nuove produzioni della Fondazione Teatro delle Muse: Attila di Giuseppe Verdi e Il matrimonio segreto di Domenico Cimarosa, rappresentati per la prima volta sul palcoscenico restituito agli anconetani nel 2002.

La Stagione Lirica di Ancona si apre venerdì 30 settembre (ore 20.30) e domenica 2 ottobre (ore 16.30) con Attila, dramma lirico in un prologo e tre atti musicato da Giuseppe Verdi su libretto di Temistocle Solera tratto dalla tragedia Attila, König der Hunnen di Zacharias Werner. La regia è di Mariano Bauduin, scene di Lucio Diana, costumi di Marianna Carbone. Attila è interpretato da Alessio Cacciamani, Vitaliy Bilyy interpreta Ezio, Marta Torbidoni incarna Odabella, mentre Foresto è interpretato da Sergey Radchenko. Marco Guidarini dirige l’Orchestra Sinfonica “Gioachino Rossini” e il Coro Lirico Marchigiano “Vincenzo Bellini”.

Marco Guidarini (foto Josef Rabara)
Marco Guidarini (foto Josef Rabara)

La seconda opera in cartellone, il dramma giocoso in due atti di Giovanni Bertati e musica di Domenico Cimarosa Il Matrimonio Segreto, tratto dalla commedia The Clandestine Marriage di George Colman il vecchio e David Garrick, va in scena il venerdì 14 ottobre (ore 20.45) e domenica 16 ottobre (ore 16.30) sempre al Teatro delle Muse. Sul podio dell’Orchestra Sinfonica “Gioachino Rossini” il direttore Diego Ceretta, mentre la regia è affidata a Marco Baliani e le scene e i costumi sono di Lucio Diana. Nel cast Geronimo è Filippo Morace, Elisetta Maria Sardaryan, Carolina è interpretata da Veronica Granatiero, Fidalma è Mariangela Marini, Il Conte Robinson Tommaso Barea, Paolino Pierluigi D’Aloia.

Per informazioni: www.fondazionemuse.org.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Il direttore si ferma per curarsi

classica

L’edizione annuale della rivista tedesca ha comunicato il meglio della stagione operistica scorsa secondo i voti di un panel di oltre 40 critici musicali europei

classica

Si apre con Boris Godunov di Musorgsky un cartellone che offre oltre 250 spettacoli tra opera, balletto e concerti