La 43ma edizione del Corso Internazionale di Canto Gregoriano

Un corso intensivo in due sessioni, una estiva e una invernale, per conoscere il fascino del canto gregoriano

News
classica
00_Corso Internazionale Canto Gregoriano 2023

Suddivisa in due sessioni, una estiva e una invernale, concentrate rispettivamente ad Arco, in provincia di Trento dal 25 al 30 luglio 2022, e a Cremona dal 2 a 5 gennaio 2023, la 43° edizione del Corso Internazionale di Canto Gregoriano raccoglie e testimonia l’eredità scientifica e spirituale di Eugéne Cardine e Luigi Augustoni, che hanno dato un grande contributo agli studi sul canto piano della tradizione occidentale. Tra i loro allievi figura anche Giovanni Conti che è il direttore del Corso e presidente della sezione italiana della Associazione Internazionale Studi Canto Gregoriano (AISCGre) che organizza questo ciclo di attività teorico-pratiche che rappresentano una full immersion nel mondo del canto liturgico, rivolta sia ai principianti che agli specialisti.

Tre i corsi fondamentali previsti dal programma estivo che rappresentano tre tappe progressive: il primo svolto da Riccardo Zoja è dedicato alla introduzione al contesto storico, liturgico e musicale e ai repertori della Messa e dell’Ufficio, con i primi rudimenti di paleografia musicale; il secondo affidato a Claudio Accorsi, è dedicato alla semiologia e alla modalità e a elementi di storia della Messa; il terzo tenuto da Luca Ronzitti, approfondisce i diversi aspetti della semiografia con elementi di storia delle forme.

A questi si aggiungono il corso superiore di Alessandro De Lillo sulla analisi e interpretazione del gregoriano, e il corso monografico di Luisa Nardini dedicato alle prosule e agli inni della tradizione liturgica beneventana, e tutto è affiancato da laboratori corali guidati da Giovanni Conti, per le voci femminili, e da Johannes Berchmans Göschl per quelle maschili, e da un laboratorio vocale propedeutico allo studio della monodia sacra dedicato ai più piccoli a partire dagli otto anni di età.

Il programma invernale è invece articolato i due corsi teorico-pratici, il primo dedicato alla liturgia dell’Ufficio a cura di Giovanni Conti e il secondo sull’Octoechos e toni salmodici tenuto da Riccardo Zoja, e un corso monografico curato da Maria Incoronata Colantuono intitolato “Cantare alla Vergine: la devozione mariana nel Medioevo musicale, a cui si aggiungono i laboratori corali guidati da Claudio Accorsi e Marco Merletti.

Per quanto riguarda la sessione invernale della precedente edizione saltata a causa della pandemia, sarà recuperata dal 9 all’11 settembre 2022 a Cremona presso la Chiesa di Sant’Abbondio.

Il programma completo di tutte le informazioni pratiche è scaricabile dal sito della AISCGre.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Concerto di beneficenza in memoria della pianista

classica

Ritorna dal 3 all’11 settembre la manifestazione promossa a Padova da Barco Teatro

classica

Dal 28 agosto torna il festival elbano con il ritorno di Martha Argerich e la "prima volta" di Mischa Maisky