Il viaggio del Teatro Alighieri inizia con "L'isola disabitata"

Ravenna: dal 23 ottobre al 24 aprile

News
classica
Isola disabitata (Foto Luca Concas)
Isola disabitata (Foto Luca Concas)

È un irresistibile invito al viaggio quello che il Teatro Alighieri di Ravenna propone per la sua stagione d'opera e danza 2021/2022 finalmente  con la capienza al 100%.

Debutto il 23 e 24 ottobre con un "naufragio" sull' Isola disabitata di Haydn (in scena si vedranno le immagini  dell'Isola di Marettimo) con la regia di Luigi De Angelis in un progetto firmato da Fanny & Alexander con l'Ensemble Dolce Concento diretto da Nicola Valentini.

Il 4 novembre al Teatro Bonci di Cesena va in scena il felliniano Viaggio di G.Mastorna di Matteo D'Amico con la regia di Valter Malosti. Ha invece la regia di Pier Luigi Pizzi L'Orfeo di Monteverdi che va in scena il 6 e il 7 novembre al Teatro Alighieri con l'Accademia Bizantina e Ottavio Dantone.

L'Orfeo (foto Maria Laura Antonelli)
L'Orfeo (foto Maria Laura Antonelli)

Poi spazio a un raro Verdi con Aroldo affidato al progetto registico di Emilio Sala e Edoardo Sanchi con l'opera ambientata nell'Italia degli Anni Trenta (14 e 16 gennaio con Manlio Benzi sul podio dell'Orchestra Giovanile Luigi Cherubini). Marco Guidarini è sul podio della "Cherubini" per Manon Lescaut di Puccini con la regia di Aldo Tarabella (18 e 20 febbraio).

Chiude la stagione Pinocchio di Aldo Tarabella su libretto di Valerio Valoriani, scene di Enrico Musenich e l'Orchestra Corelli diretta da Jacopo Rivani. Per la danza l'Alonzo King LINES Ballet propone The Personal Element e Azoth (19 e 20 marzo), il Balletto Yacobson di San Pietroburgo è protagonista del Lago dei cigni (2 e 3 aprile), chiude la Compagnie Harvé Koubi con Les nuits barbares.

Tutte le informazioni sono disponibili su www.teatroalighieri.org

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Genova: erano 24 anni che non vinceva un italiano

classica

E a novembre 2022 torna Muti per Don Giovanni

classica

A Mosca vincono Ivan Ayon- Rivas e Victoria Karkacheva